mercoledì 17 maggio 2017

Virginia Less una nonna scrittrice

    Carissimi amici ed amiche 

      oggi ho il piacere di ospitare nel mio blog una simpaticissima autrice, o meglio, una nonna scrittrice. Una donna dal sorriso grande che oltre ad essere una nonna felice di due nipoti, ha una carica incredibile e mille idee da mettere in atto. Gestisce un blog simpaticissimo che vi invito ad andare a curiosare, adora il mare e la vela...
      Ma lascio a lei la parola in questa mini intervista.
      Dimenticavo è appena uscito il suo ultimo romanzo: Devi orzare, Baal!




      1) Chi è Virginia Less, vuoi presentarti ai lettori in poche righe?

      Nonna, blogger e scribacchina, dichiara il profilo fb... In questa fase della vita i tre termini bastano a connotarmi e sono a mio agio in ciascuno dei ruoli.
      Non ho aggiunto velista (dilettante, sia chiaro!) perché a tanti fa venire in mente gente snob a bordo di grandi velieri. Ristretta minoranza; nella realtà la gran massa degli amanti della vela naviga su modeste barchette di seconda mano (e più).



      2) Hai un bellissimo blog dedicato alle nonne vuoi parlarne?
      Volentieri. E mi affretto a linkarlo: https://virginialess.wordpress.com/
      Non l'ho aperto da neo-nonna: “praticavo” da alcuni anni in tutta tranquillità, avendo solo due nipoti per fortuna provvisti di genitori efficienti.
      Spesso non è così, basta guardarsi attorno. La “categoria” delle nonne ha bisogno sia di fare autocritica che di imparare a difendersi. Se infatti pecca nell'eccesso di zelo, fino all'invadenza, accetta spesso di essere “schiavizzata” da figli/genitori troppo assistiti e poco cresciuti.
      Negli articoli del blog, pur evitando (spero) il tono didattico, ho cercato di proporre esempi di equilibrio e moderazione. Era poi fuori delle intenzioni dare particolare spazio al tema suocere, che però -urticante com'è- ha finito per occuparne parecchio. Quando sono stata invitata quale “esperta” in TV, si parlava sempre di loro!

      3) Hai appena scritto un libro dal titolo un po' strano: Devi orzare, Baal!. Vuoi spiegarcelo?
      È un giallo marinaresco. Delitti, storie d'amore e regate a vela. Visto che la pratico lietamente, mi è venuto naturale scriverne.
      Il verbo del titolo viene da lì. Significa “stringere il vento” cioè avvicinare la prua alla direzione da cui proviene. Quando la barca naviga di bolina, così si chiama l'andatura, tende a inclinarsi sul fianco e se ne ricava l'impressione un po' erronea di maggior sforzo e rischio. Metaforicamente, affrontare il problema, mettersi in gioco. È quello che tocca ai miei personaggi, in primis Annibale detto Baal.

      4) Hai un sito di nonne, ma nel libro parli di mare, a quando un romanzo sulle nonne?Questo è in verità il mio primo lavoro, “giovanile”. L'ideazione e la scaletta risalgono ad anni in cui la “nonnità” era di là da venire. Abbozzato dopo il pensionamento, poi messo da parte per dedicarmi ai racconti, l'ho ripreso più volte fino alla recente stesura definitiva.Dopo Mal di mare, la raccolta pubblicata da Autodafè, ho scritto un romanzo in cui la navigazione ha un ruolo importante, ma prevalgono società e politica. Uno dei personaggi di rilievo, eccoti accontentata, è Miriam, originale nonna pittrice.E sono nonne le tre protagoniste del successivo, una storia al femminile ambientata nel mio paese d'origine, ormai in dirittura d'arrivo

      5) Blog, racconti e un romanzo cosa farai da "grande”, parlaci dei tuoi progetti futuri.
      Nell'immediato, spero di pubblicare il terzo romanzo, per il quale si è prospettato l'editore adatto. Vorrei poi riflettere con calma sul secondo, per il quale avevo ricevuto da un editor molto noto un consiglio di revisione finora inattuato. Magari lo prenderò in considerazione, riorganizzando alcune parti della storia.Mi propongo anche mettere in ordine i racconti che continuo a scrivere: le narrazioni brevi mi piacciono proprio perché obbligano all'eliminazione del superfluo, una sfida sempre gratificante.
      Il progetto più attraente è però quello di ricavare dagli ormai tanti articoli e commenti del blog un manuale semiserio per svolgere al meglio il mestiere di nonna. Che intanto, insieme alla vela, continuerò a praticare!



      SCHEDA LIBRO
    Autore: VIRGINIA LESS
    Titolo: DEVI ORZARE, BAAL!
    Casa Editrice: LETTERE ANIMATE EDIZIONI
    Pagine: 178



              SINOSSI

    Devi orzare, Baal! (Lettere Animate https://www.amazon.it/dp/B06XWZXGDL)


    Il giovane Paolo è imbarcato come prodiere su Excalibur, un quaranta piedi da regata che partecipa a un torneo a tappe.
    A Punta Ala conosce Micaela, velista bella e capace, con la quale vivrà una breve e sfortunata storia. Baal, il suo ruvido skipper, ritrova amici naviganti persi di vista da tempo: tutti, sportivi appassionati ed esperti, si preparano con entusiasmo alla competizione.
    Ma, ancor prima del via, un curioso e inspiegato incidente provoca la morte di uno di loro; altri eventi luttuosi accompagneranno il circuito.
    Toccherà a Baal, anch’egli in pericolo di vita, risolvere drammaticamente il giallo?

    Nessun commento:

    Posta un commento

    La lettrice di cartadiMaria LuciaDesign byIole