venerdì 28 febbraio 2020

Antonia Pozzi - la poetessa che entra nel cuore dei lettori

Antonia Pozzi 
Antonia Pozzi ha gli occhi scuri ma se li osservate anche quando sorride sono intrisi da un velo di tristezza.

È nata nel 1912 da una ricca famiglia borghese, il padre noto avvocato e la madre è una nobildonna, la contessa Lina Cavagna Sangiuliani.

Scrive poesie "per capire il suo cuore e quello degli altri e ne raccoglie l'anima",

Ha una vita agiata che le permette di viaggiare, praticare sport e andare a scuola fino al conseguimento della laurea in Filologia a Milano nel 1935. Nelle immagini che il web ci offre la vediamo alta, esile, amante della montagna, delle escursioni in mezzo alla natura con la sua bicicletta.

Inizia a scrivere poesie nell'adolescenza e molte saranno dedicate al suo amore per l'insegnante di latino e greco Antonio Maria Cervi, amore che verrà interrotto nel 1933 dai genitori che non accettano questa relazione. Cerca di essere una ragazza come tante, ma sa di essere un groviglio di "sensazioni indefinite". Ama la fotografia e lo studio delle lingue e una ragazza moderna e libera, nonostante la vita con i genitori sia  oppressiva e limitante.

A soli 26 anni in un freddo giorno invernale del 1938 il 3 dicembre sottosera, decide di porre fine alla sua giovane vita, assume dei barbiturici e si accascia per sempre nel prato imbiancato dalla neve davanti all’abbazia di Chiaravalle, la sua "disperazione mortale"termina, con quelle pastiglie, le ingoia tutte, senza contarle e rimane ferma in mezzo alla sua amata neve ad attendere che la morte le possa regale quella serenità che non ha avuto in vita.
Sempre così smisuratamente perduta ai margini della vita reale: difficilmente la vita reale mi avrà e se mi avrà sarà la fine di tutto quello che c’è di meno banale in me. 

Cosa può aver influito alla decisione di porre fine alla propria vita, il clima fascista che le aveva portato via amici cari, la paura di dovere uniformarsi e cedere quella parte sensibile per omologarsi alla società, o  il clima oppressivo familiare? Non è facile saperlo, il padre ha strappato il testamento della figlia, ha nascosto a tutti il suicidio ed ha modificato anche le poesie della figlia,  soprattutto quelle dedicate al grande amore della sua vita il professore del liceo.
Dirà di lei il filosofo Dino Formaggio:
la poesia di Antonia Pozzi rimane, più che mai oggi, una delle voci liriche più sofferte e più pure, più luminosamente illimpidite, della poesia lirica italiana di questo secolo
Alcune sue poesie:



 Ringrazio chi prima di me ha scritto di questa poetessa, permettendomi di conoscerla.
https://www.vanillamagazine.it/antonia-pozzi-la-drammatica-fine-della-poetessa-dell-anima/



domenica 23 febbraio 2020

IO SONO DI LEGNO di Giulia Carcasi

Carissimi lettori e lettrici
oggi voglio parlarvi della lettura di un libro letto ieri: IO SONO DI LEGNO di Giulia Carcasi, un libro acquistato senza conoscere l'autrice ma soltanto per la fiducia della casa editrice Feltrinelli.

Letto d'un fiato, una storia che ti prende e ti pone davanti al  rapporto madre/figlia. L'autrice fa parlare la madre con pacata rabbia per il silenzio che giorno dopo giorno si è creato tra loro, diventando una abisso invalicabile. Giulia, la madre, non si arrende, non sopporta che Mia, la figlia, butti la vita sprecando le proprie energie e capacità,  e se per ristabilire il loro legame deve rinunciare ai suoi segreti e disposta a farlo.

Ed ecco che Giulia inizia a scrivere, senza freni o inibizioni e la sua vita si trasforma in parole su un foglio bianco, come un diario di vita, parla della sua adolescenza, della scuola, degli amori, del  padre...svela anche i suoi segreti, le sue paure, le sue difficoltà. Una confessione totale per mostrare alla figlia che la vita non è perfezione, ma una lotta continua tra successi e no, tra  attese, sofferenze e difficoltà ... Per far capire che non  è di legno! Deve far cadere quel muro di legno di emozioni che si sono intrecciate tra madre e figlia, lei non è di legno e nemmeno Mia. 

L'autrice ha una scrittura elegante, calma , leggera e la storia ti entra nel cuore e la senti tua. È un romanzo che si basa sulle emozioni e con delicatezza Giulia Carcasi  apre la porta del cuore delle due donne, ci fa entrare  nella vita di due diverse generazioni, una storia al femminile che vi piacerà, ne sono certa.
Scheda libro:
Autore: Giulia Carcasi
Titolo: Io sono di legno
Casa editrice: Feltrinelli
Pagine: 140

Sinossi:
Una madre e una figlia. La figlia tiene un diario e la madre lo legge. Alla storia di anaffettività, di sentimenti negati o traditi della giovane Mia, Giulia risponde con la propria storia segnata da quell'essere di legno" che sembra la malattia, il tormento di entrambe. È come se madre e figlia si scrutassero da lontano, o si spiassero, immobilizzate da una troppo severa autocoscienza. Bisogna tornare indietro. E Giulia lo fa. Torna a riflettere sulla giovinezza ferita dall'egoismo e dalla prepotenza di una sorella falsamente perbenista, sul culto delle apparenze della madre e sul conforto che le viene da una giovane monaca peruviana, Sofia. Torna a rivivere i primi passi da medico, fra corsie e sale operatorie, il matrimonio con un primario, la lunga attesa di una maternità sofferta e desiderata. Più la storia di Giulia si snoda nel buio del passato, più affiorano misteri che chiedono di essere sciolti. E il legno si ammorbidisce. Ma per madre e figlia l'incontro può solo avvenire a costo di pagare il prezzo di una verità difficile, fuori da ogni finzione.

mercoledì 19 febbraio 2020

"Apollo dionisiaco" VII edizione Annuale Internazionale Romana di Poesia e Arte Contemporanea

Carissimi amici ed amiche 

per me questo non è un bel periodo, non riesco a pubblicare altro se non qualche concorso di poesia per non interrompere quel filo virtuale che mi lega a voi lettori, attraverso questo piccolo blog gestito da sola.
Spero di risolvere al più presto e riprendere la normale attività; di libri ne ho letto tanti ma sono in assoluto arretrato con le recensioni.
Un abbraccio a tutti/e voi e come al solito in bocca alla penna!

"Apollo dionisiaco"
VII edizione 
Annuale Internazionale Romana
 di Poesia e Arte Contemporanea 


L’Annuale Internazionale Romana Apollo dionisiaco invita alla celebrazione del senso della bellezza di Poesia e d’Arte Contemporanea

L'Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea, polo no profit di libera creazione, ricerca e significazione del linguaggio poetico e artistico, in convenzione formativa con l’Università degli Studi di Roma Tre, con il patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale e dell’Istituto Italiano di Cultura di New York, bandisce la VII Edizione 2020 del Premio Internazionale di Poesia e Arte Contemporanea Apollo dionisiaco, senza scopo di lucro.

Opere in poesia e opere d’arte visiva, in pittura, scultura, grafica e fotografia, edite o inedite, di autori e artisti di ogni età, libera formazione e nazionalità, sono attese entro il 5 giugno 2020 via e-mail all'indirizzo: accademia.poesiarte@libero.it
L’evento culturale celebra l’espressione creativa, è volto al riconoscimento e alla valorizzazione del senso di Arte e di Poesia, contro il giudizio omologante e la quantificazione, per la libertà di essere dall’emozione al pensiero. L’analisi critica in semiotica estetica delle opere dell’Annuale Internazionale Romana Apollo dionisiaco cerimonia il senso della bellezza dell’arte come arto del vivere, che muove e congiunge ombra e luce, silenzio e parola, nell’atto d’integrazione della vita nell’arte e dell’arte nella vita, per nuovi mondi venire al mondo.
Fra Arte in mostra, Poesia in voce, diplomi, critica delle opere a firma della presidente prof.ssa Fulvia Minetti, pubblicazione nella Mostra dell’Arte Contemporanea online e nell’Antologia della Poesia Contemporanea online e trofei in medaglia “Apollo dionisiaco” in pregiata fusione artigianale del laboratorio orafo di Via Margutta 51 in Roma, effigie del bacio di sintesi di dionisiaco e d’apollineo, d’inconscio e di coscienza nel senso, il premio si terrà il 7 novembre 2020 al duecentesco Castello della Castelluccia in Roma.

Informazioni:
Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea di Roma
Sito Edizioni Premio: http://www.accademiapoesiarte.it
Sito Antologia, Mostra, Critiche e Video: https://www.accademiapoesiarte.com


mercoledì 12 febbraio 2020

PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE UN MONTE DI POESIA 2020

Carissimi amici ed amiche
eccomi qui, dopo qualche giorno di silenzio, pronta ad inviarvi tutte le informazioni per la nuova edizione del concorso di poesia dedicato alla montagna. 
La scadenza è fissata per il 31 luglio 2020, pertanto avete tutto il tempo per meditare dei versi ispirati a questo luogo di pace.
Armatevi di penna e scrivete le emozioni che si sprigionano quando osservate la montagna d'estate o in inverno, innevata o verdeggiante, oppure pensate al profumo dei suoi piatti tradizionali, o ai costumi e usanze tipiche montane. 
Come sempre, vi mando il mio "in bocca alla penna"!
PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE
UN MONTE DI POESIA 2020
XV edizione

Patrocinato dall' Amministrazione comunale e Proloco di Abbadia San Salvatore (SI) e dall' Accademia Vittorio Alfieri di Firenze XV edizione
1) Sezione poesia a tema: “La montagna”: vita, costumi, folklore, paesaggio.
2) Sezione a tema libero: poesie edite o inedite.
3)Sezione poesia dialettale: Poesia in vernacolo con traduzione in italiano
4) Sezione giovani: poesia a tema libero riservata ai giovani da tredici a diciotto anni non ancora compiuti alla data di scadenza. (è obbligatoria la fotocopia della carta di identità). Per questa sezione non è richiesto il pagamento della quota di iscrizione.
5) Sezione racconto breve, massimo 2 racconti a tema libero 3000 caratteri font Times news Roman 12 ( circa 2 pagine foglio A4)i racconti non conformi verranno esclusi
SEZIONE SPECIALE
OLTRE CONFINE riservata a poeti di nazionalità non Italiana le poesie devono essere corredate di traduzione in italiano
Tutti gli elaborati dovranno essere inviati entro il  31 LUGLIO 2020
E' consentita la partecipazione a poeti italiani e stranieri (scritti in lingua con traduzione in italiano).
Sono ammesse fino ad un massimo di tre poesie, o due racconti per sezione.
Si può partecipare a più sezioni versando per ognuna di esse un contributo di partecipazione di €10 per la prima poesia e € 5 per ognuna delle poesie successive ( Es: per una sola sezione, tre poesie, euro 20).oppure 1 raccont0 10€ per 2 racconti 15 €
Gli elaborati NON devono avere già conseguito primi premi in altri concorsi e, unitamente all’attestazione di avvenuto pagamento, dovranno essere inviati:
  • in forma cartacea (per posta) a INFOPOINT PRO LOCO
Viale Roma N°10, 53021 Abbadia San Salvatore (Siena);
  • per via telematica (per e-mail) a unmontedipoesia@alice.it
Il pagamento della quota di partecipazione potrà essere effettuato tramite:
  • VAGLIA POSTALE (stesso indirizzo dell'invio cartaceo degli elaborati);
  • pagamento su POSTAPAY intestato a Tiziana Curti N. 5333 1710 1655 0440
  • bonifico bancario int.a Tiziana Curti su IBAN IT49V3608105138241080941082
Inviare in ogni caso la copia della ricevuta del pagamento con nome e cognome ben leggibili.
Ciascuna elaborato poesia (una sola per un foglio di formato A4) o racconto, dovrà pervenire in due copie con intestazione indicante la sezione a cui si intende partecipare, il titolo dell'opera e il testo (rigorosamente fino ad un massimo di trenta versi, per la poesia e 3000 caratteri per i racconti).
Solo una delle due copie, (sulla stessa facciata dove è scritta la poesia) dovrà contenere: nome e cognome, indirizzo completo, recapito telefonico (fisso/cell), indirizzo e-mail e firma leggibile. Per la sezione GIOVANI, va anche indicata la data di nascita, su entrambe le copie.
L'altra copia dovrà rimanere anonima.
Non saranno accettati elaborati scritti a mano o riportanti dati illeggibili.
I risultati saranno visibili sul blog: http:\\unmontedipoesia.wordpress.com
PREMIAZIONE: Domenica 18 Ottobre 2020 in occasione della FESTA D'AUTUNNO presso il Centro Polifunzionale Giovani di Abbadia S. Salvatore (SI).
I finalisti saranno avvertiti entro il mese di settembre 2020.
PREMI:
SEZIONE A TEMA “LA MONTAGNA”
1° premio: Assegno di € 250,00 - Coppa e pergamena
SEZIONE A TEMA LIBERO
1° premio: Assegno di € 200,00 - Coppa e pergamena
SEZIONE POESIA DIALETTALE
1° premio: Coppa e pergamena
SEZIONE GIOVANI
1° premio: Coppa e pergamena
SEZIONE RACCONTO BREVE
1°premio: Coppa e pergamena
PER TUTTE LE SEZIONI (eccetto quella speciale):
2°, 3°, 4° e 5° premio: COPPA e pergamena
dal 6° al 10° classificato: medaglia e pergamena
PER TUTTI: Libri e materiale informativo sul territorio.
Tutti i premi assegnati dovranno essere ritirati direttamente dai vincitori.
La mancata presenza alla cerimonia di premiazione comporterà la rinuncia al premio.
Per informazioni e prenotazioni (pernottamenti, ecc.) rivolgersi a:
INFOPOINT PRO LOCO TEL. 0577 770361 da lunedi a sabato ore 09-12 oppure al numero 3395904072

La vita altrove di Guadalupe Nettel

 La vita Altrove di Guadalupe Nettel Impressioni di Maria Lucia Nel libro di Guadalupe Nettel sono racchiusi otto racconti. Otto storie il c...

Informazioni personali

La mia foto
Lettrice accanita, scrittrice irregolare, gestisco un blog, una pagina ed un gruppo sempre con lo stesso nome: La Lettrice di carta. Amo i personaggi femminili e maschili tormentati, quelli che hanno un passato duro da raccontare, ma da buona lettrice non disdegno altri generi letterari. Non credo che possa esserci un libro brutto, ogni romanzo troverà sempre il suo lettore a cui la storia piacerà. Il mio romanzo preferito: Storia di una capinera di G. Verga.