venerdì 22 giugno 2018

Tutti i romanzi di Olivia Hessen

Carissime amiche e amici del blog

finalmente dopo giorni di caldo afoso e umidiccio, la calura si è abbassata regalandoci refoli di vento rinfrescante e un pizzico di sprint in più.

Torno a presentarvi un'altra amica virtuale blogger e scrittrice, si tratta di Olivia Hessen, anche lei super impegnata con gli studi universitari, ma l'amore per la scrittura non riesce a metterlo da parte e si destreggia tra un esame e l'altro nella scrittura.

 Ha al suo attivo diversi romanzi, delicate storie d'amore a sfondo  LGTB , dice lei, io amo chiamarle storie "arcobaleno", perché l'amore ha tante sfumature e molte sono racchiuse come in uno scrigno nei romanzi di Olivia.

Per conoscerla meglio, potete visitare il suo blog: https://olivialascrittrice.blogspot.com/

Ecco per voi i titoli dei suoi romanzi che potete trovare su Amazon:
olivia hessen






mercoledì 20 giugno 2018

Premio Letterario Internazionale: "La donna si racconta" - XX edizione


Carissime donne e uomini del web
se riuscite a scrivere anche con la temperatura che supera i trenta gradi e l'umidità vi si incolla al corpo come una copertina alla vostra pelle, vi vorrei consigliare un concorso.

Si intitola LA DONNA SI RACCONTA, non lasciatevi spaventare dal titolo, c'è una sezione aperta anche agli uomini! 

Il concorso è organizzato dall'associazione LA.DO.SI.R. del comune di Pesaro, la scadenza è fissata per il trenta giugno, avete pochi giorni di tempo, lo so, ma sono certa che a molte di voi, basterà aprire il cassetto, ops, file dal PC, e trovare una poesia o un racconto da inviare.

Allora non mi resta che darvi alcune informazioni, ed il mio solito augurio..in bocca alla penna!!


Sezione A
Poesia- concorso riservato alle donne
Tema:
Libero
Copie:
3 copie dattiloscritte di cui 1 firmata
Lunghezza:
max 50 versi
Opere ammesse:
Poesia singola o silloge di max 30 poesie
Sezione B
Narrativa – concorso riservato alle donne
Tema:
Libero
Copie:
3 copie dattiloscritte di cui 1 firmata
Lunghezza:
max 10 pagine formato A 4 (ognuna di 30 righe corpo 12)
Opere ammesse:
Racconto singolo o silloge di max 10 racconti. Opere edite max 250 pagine
Sezione C
Premio Fondazione Rossini – Aperto a uomini e donne
Tema:
Elaborato di Narrativa o Poesia incentrato sulla figura del Maestro Gioachino Rossini
Copie:
3 copie dattiloscritte di cui 1 firmata
Lunghezza:
libera
Opere ammesse:
Racconto o Poesia
Sezione D
Premio della Città di Pesaro
Tema:
Tema culturale
Copie:
3 copie dattiloscritte di cui 1 firmata
Lunghezza:
libera
Opere ammesse:
Racconto o Poesia
Quote di partecipazione:
20 Euro a sezione
Premi:
- Per Sezioni Poesia e Narrativa: 1° premio 250 euro; 2° e 3° premio Targa d’onore – Premio per una partecipante di nazionalità straniera 250 euro – Premio Fondazione Rossini: Volumi pregiati – Premio Città di Pesaro: Targa d’onore
Premiazione:
28 Ottobre 2018

Premio Letterario Internazionale “La Donna si Racconta” c/o Wanda Tramezzo, via Pavese 1, 61122 Pesaro (PU)

lunedì 18 giugno 2018

Di niente e di nessuno di Dario Levantino

Cari lettori e lettrici eccomi qui
a raccontarvi di un libro che mi è piaciuto molto. Si tratta di un romanzo di un emergente Dario Levantino  che con "Di niente e di nessuno" è stato pubblicato da una casa editrice che stimo molto: Fazi editore.

Rosario è un adolescente che ama la mitologia classica, e vive nel quartiere periferico del Brancaccio , 
"un aborto umano, un non luogo"
a Palermo. Ha ereditato questo brutto nome per colpa della madre, il cui nonno, morto nel terremoto del Belice,  non ha mai conosciuto, ma ne ha solo sentito parlare con enfasi dalla madre, a Rosario è toccato  il nome e un trofeo di calcio. 

Vive una vita di stenti, la madre non lavora, silenziosa, sognava di fare la sarta, ma poi si è sposata , e con  il marito sono finiti tutti i suoi sogni. Suo padre avrebbe voluto chiamarlo Jonathan che, secondo lui, stava bene con il suo cognome importante: Altieri.
un binomio di parole che avrebbe sprigionato un certo brio, anziché la pesantezza del mio vero nome, rosario Altieri: una mitragliata di erre come il rumore rauco di una lambretta.
Suo padre gestisce un negozio che vende integratori per sportivi, più o meno legali, è il negozio più fornito di articoli di Body-building. Ma anche se il lavoro è tanto, le entrate in casa sono misere. 

Rosa' frequenta il Liceo Scientifico, non ha amici, nessuno l'invita alle feste. 

Rosario riesce ad entrare nella squadra Virtus del suo quartiere, e deve scontrarsi con l'altro arbitro Totò, che vive  in combutta con i giovani teppisti della zona.

Conosce anche una ragazza Anna, nasce una storia d'amore, da tenere nascosta, perché lei è la ragazza del portiere della Virtus. 

Scopre anche quanto sia bugiardo il padre, e  quanto sia difficile il rapporto familiare.
allora non devi piangere. Papà fa tardi al lavoro per guadagnare i soldi e comprare la barca
Non avrei mai visto alcuna barca, né in futuro prossimo né mai, ma allora ci credevo eccome, a quella storia. 

Non vi svelo altro, è un libro che non deve mancare nelle vostre letture estive.

L'autore Dario Levantino si propone al grande pubblico dei lettori con un romanzo forte, di formazione che trova corretta la sua collocazione all'interno delle scuole perché parla come loro e affronta problematiche a loro vicine. 

Il linguaggio è asciutto, duro, in alcuni punti può apparire scurrile, ma i giovani del Brancaccio, i teppisti, non usano parole dolci ed eleganti, il loro è un linguaggio scurrile e così deve essere trasmesso ai lettori.

 È un libro verità, sulle difficoltà dei giovani a vivere correttamente, a essere accettati per quello che sono, nella società di oggi,  e l'autore con irruenza e determinazione ci conduce nella vita di Rosario, ed in quella della madre, passata e presente. Ha saputo intrecciare una storia di vita dura, una storia di soprusi, di violenza domestica, di bugie, di stenti. 
Una storia da leggere per riflettere, per imparare che nella vita vi sono giovani in difficoltà, ma che sanno comportarsi meglio degli adulti. sanno essere più corretti ed onesti di loro.

Scheda libro
Autore: Dario Levantino
Titolo: Di niente e di nessuno
Casa editrice: Fazi editore
Pagine: 119
 Sinossi
Brancaccio, periferia di Palermo. Rosario è un adolescente solitario con la passione per la mitologia classica e il mare. Il padre, cinico e bugiardo, ha un negozio di integratori per sportivi in cui gestisce lo smercio illecito di sostanze stupefacenti; la madre, accudente e remissiva, dedica tutto il proprio tempo alla cura della casa e della famiglia.

 Solo di tanto in tanto, la donna si concede una pausa per lucidare il trofeo vinto come miglior portiere da nonno Rosario, morto prematuramente nel terremoto del Belice del 1968. Quando, per accontentare un inconfessato desiderio della madre, il ragazzo decide di giocare in quello stesso ruolo con la squadra di quartiere, il percorso che lo condurrà all’età adulta ha inizio: tra i pestaggi, la scoperta dell’amore e il disincanto, Rosario troverà la forza di emanciparsi dalla violenza e dalla menzogna che da sempre hanno oppresso la sua vita.

Un’intensa storia di formazione condotta con la voce, spietata e dolcissima, di un adolescente che lotta per sovvertire i morbosi equilibri di una famiglia infelice. Un giovane autore dalla scrittura agile e peculiare capace di raccontare la paura e l’audacia di un ragazzo che, nel Sud passionale e violento delle periferie, ha il coraggio di diventare un uomo.

mercoledì 13 giugno 2018

I libri di Francesca A. Vanni

Carissime amiche ed amici del blog
sapete che mi piace leggere e segnalare non solo libri di autori conosciuti e di case editrici importanti, ma autori emergenti e case editrici nuove che cercano di farsi largo nel difficile mondo della letteratura.

Di recente ho conosciuto alcune di voi, che fate parte del blog e della pagina di google la lettrice di carta. Ebbene voglio presentarvi una ad una a questo grande pubblico virtuale di google, per farvi conoscere.

Comincio con  Francesca A. Vanni, il cui vero nome è Marta, è laureata in scienze della formazione.

Francesca ama la Storia, quella antica, quella di quando Roma regnava ed era la città per eccellenza.

La storia non è l'unico passatempo di Francesca, è appassionata del cinema di fantascienza, in particolare di Star Wars, e ditemi come si fa a non amare questa saga? Francesca ha anche discusso la Tesi di Laurea proprio su questa saga parlando dell'evoluzione della tecnologia usta in questa continua odissea nello spazio.

Infine la passione più grande, quella che ama più di tutte :scrivere.

Francesca ha già al suo attivo sei libri, sei storie che hanno già riscontrato il favore del pubblico dei lettori. Di seguito ve li propongo con la loro sinossi.

Per gli acquisti:


TITOLO: Solo un uomo
AUTRICE: Francesca A. Vanni
GENERE: Storico introspettivo
PREZZO EBOOK: 2,99 euro
PREZZO CARTACEO: 3,99 euro
CASA EDITRICE: StreetLib Selfpublishing

TRAMA
Sembra un giorno come tanti altri, sul monte del Golgota.
Tre croci si stagliano contro il cielo scuro e ad una di esse è inchiodato un uomo di nome Yeshua che tutti chiamano il Re dei Giudei, il figlio di Yahweh.
In questo breve romanzo, Francesca A. Vanni ci mostra la sua personale visione della passione di Cristo, mettendo nero su bianco quelli che forse sono stati i pensieri del Messia con sensibilità e una grande capacità introspettiva.



 TITOLO: La mia fuga da Facebook
AUTORE: Francesca A. Vanni
GENERE: Saggistica
PREZZO: /
PREZZO EBOOK: 2,99 euro
CASA EDITRICE: StreetLib Selfpublishing

TRAMA
“Il Web e i social network sono nati come spazio libero (libero, davvero: forse il primo nella storia davvero libero). Poi, non so quando, non so come, sono diventati terreno di biada del peggiore e più barbaro e più violento fascismo verbale (e non solo) .
Un giorno i nostri figli verranno a chiederci dove eravamo mentre un posto nato libero stava diventando il pascolo preferito dei fasci.
E quel giorno faremmo bene a dirgli che eravamo dalla parte giusta, ossia da un’altra.”
(Luciana Grosso)

Facebook è il social media più famoso nel mondo.
Ma cosa si cela realmente dietro al “magico mondo” di Facebook?
È tutto rose e fiori oppure si sta espandendo nel mondo del web(e anche fuori da esso) un silenzioso cancro che prima o poi ucciderà la nostra società?
In questo saggio Francesca A. Vanni cerca di indagare a fondo nella questione, tentando di spiegare perché è meglio andare controcorrente e non far parte del mondo di FB.


TITOLO: Nel tuo nome
AUTRICE: Francesca A. Vanni
GENERE: Storico
PREZZO EBOOK: 5,99 euro
PREZZO CARTACEO: 24,49 euro
CASA EDITRICE: StreetLib Selfpublishing

TRAMA
-Tu...-
Antinoo gemette, coprendo il suono della sua voce.
Avvertì il sapore metallico del sangue in bocca e la vista gli si appannò.
-La tua sarà una morte rapida, te lo prometto.- disse Quinto girando la lama nella ferita, prima di aggiungere –Mi dispiace tanto, ragazzo mio, ma ciò che ho fatto è solo lavoro. Non ho niente contro di te. Questa notte non mi ha regalato alcuna gioia.-
Lo guardò in viso, cercando di capire se avesse compreso il senso delle sue parole.
Ciò che vide lo atterrì.

Cos’è successo quella notte lungo le rive del Nilo?
Quale sorte riserverà il destino al giovane Antinoo, il bellissimo amante dell’Imperatore Adriano?
Fra le pagine del suo nuovo romanzo Francesca A. Vanni costruisce una storia dentro la Storia, immaginando “cosa sarebbe successo se...” in un avvincente susseguirsi di eventi che terranno il lettore con il fiato sospeso.



TITOLO: Darth Vader e Io
AUTORE: Francesca A. Vanni
GENERE: Saggistica, Fantascienza
PREZZO: 15,99 euro
PREZZO EBOOK: 4,99 euro
CASA EDITRICE: StreetLib Selfpublishing

TRAMA
Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana...
Benvenuti nel fantastico e inimitabile universo di Star Wars, una delle saghe più amate del mondo!
In questo saggio Francesca A. Vanni vi accompagnerà a scoprire il vasto mondo creato dalla mente geniale di George Lucas, esplorando l’universo di Star Wars in un modo divertente e inaspettato.
Il libro analizza in modo approfondito la storia della saga, i personaggi più famosi, le tecnologie, i pianeti e gli aspetti più peculiari del mondo lucasiano, per concludere con un capitolo tutto speciale che stupirà i lettori.
“Darth Vader e io” è un’opera sorprendente che tutti gli appassionati, ma anche i nuovi seguaci di Star Wars, non possono lasciarsi sfuggire.



 TITOLO: I racconti di Rudolph la renna
AUTORE: Francesca A. Vanni
GENERE: Narrativa per Ragazzi, Fiabe
PREZZO: 10,99 euro
PREZZO EBOOK: 4,99 euro
CASA EDITRICE: StreetLib SelfPublishing

TRAMA
Natale è forse la festa più nota nel mondo, da celebrare in compagnia delle persone amate e degli amici più cari.
Quest’opera, adatta a bambini, ragazzi e lettori di tutte le età, si propone di rendere questa festività ancora più piacevole arricchendola con una raccolta di fiabe, filastrocche e leggende appartenenti alla tradizione ma anche con tanti racconti divertenti che scaldano il cuore.

 
Lasciatevi illuminare dalle candele di Santa Lucia, scoprite la leggenda di Babbo Natale e della renna Rudolph e dopo aver festeggiato il nuovo anno non dimenticatevi di appendere le calze sul vostro camino per aspettare l’arrivo della Befana!




TITOLO: 1 2 3 Halloween vien da te
AUTORE: Francesca A. Vanni
GENERE: Narrativa per Ragazzi, Fiabe
PREZZO:  10,99 euro
PREZZO EBOOK:  3,49 euro
CASA EDITRICE: StreetLib SelfPublishing

TRAMA
Questa è un’opera dedicata a grandi e piccini, che vuole rendere la festività di Halloween un momento allegro da condividere in famiglia, in compagnia di simpatiche e terrificanti storie, leggende e filastrocche degne della notte più “brividosa” dell’anno!

lunedì 11 giugno 2018

Donne che leggono

Carissime amiche ed amici del blog
mi piace quando lavoro al pomeriggio, così ho la mattina libera per scrivere sul blog. 

Mi sono svegliata presto e sono andata a camminare per oltre mezz'ora sulla ciclabile del borgo antico dove abito, da una parte c'è una statale sulla quale sfrecciano, come schegge impazzite, le auto, dall'altra parte una vegetazione selvaggia, naturale che compensa e riempie per metà i  polmoni di aria buona.

Al rientro stanca e sudata, ho ripreso a camminare dopo tre anni in cui ho subito varie interventi alle ginocchia, ho dovuto riposarmi, così ho deciso di leggere un po'.

Frequento un bellissimo gruppo di lettura presso la biblioteca di Mantova. Lei è un guru della lettura, scova piccoli capolavori tra tutte le case editrici, conosciute o meno, tra tutti gli autori, italiani e stranieri, e cosa che più le invidio: ricorda tutti i titoli ed autori!

Anch'io leggo molto, non come lei, lei lo fa per lavoro, anche, ma non ricordo i titoli, oppure li ricordo alla mia maniera, storpiata, ad esempio ho letto un romanzo davvero potente, intimo, suggestivo e maledettamente reale, nel proporlo al gruppo ho detto: appunti di un naufrago, c'ero quasi vicina, il titolo corretto era Appunti di un naufragio di Davide Enia.

Ritornando alla conduttrice del gruppo, Simonetta, al termine delle nostre impressioni sul libro scelto, ci ha condotti in biblioteca per consigliarci dei libri da leggere. 

Risultato ho portato a casa 4 libri da leggere, più quelli che già mi eri ripromessa di leggere a giugno, più le recensioni...

Sul divano, che ha accolto la mia stanchezza mattutina, ho deciso di leggere Cani Selvaggi di Helen Humphreyes, suggerito da Simonetta. 

Ebbene, non sono riuscita a scollarmi dal divano, ho dovuto terminarlo. Tutto e subito. 
La storia narrata non poteva aspettare. Un romanzo duro, forte, come lo è la vita, come lo è la vita dei cani selvaggi,  alla fine anche la nostra vita è selvaggia.

Adesso mi sento svuotata, una sensazione che mi assale quando leggo un romanzo talmente bello, che la mente non riesce a staccarsene, e sono passate solo poche ore.
Non posso prendere un altro romanzo ed iniziarne la lettura. Non riesco, la mente è avvolta nei personaggi, devo chiedergli tante cose. Non posso fare nemmeno la recensione. devo aspettare qualche giorno.

Questa sensazione di mancanza. di vuoto che ti prende lo stomaco quando termini un bel libro a voi capita? Come vi comportate?

Un abbraccio a tutti voi che mi leggete e a tutti coloro che fanno parte dei lettori fissi.

mercoledì 6 giugno 2018

Tenebre di Elia Gonella


Carissime amiche ed amici del blog eccomi anche oggi con voi.

Vorrei segnalarvi una nuova uscita nella casa editrice Las Vegas edizioni, una raccolta di racconti noir ambientate nella notte.

Raccolta di storie indicatissime per questo periodo estivo, quando la nostra mente è più rilassata e non vuole impegnarsi con romanzi troppo lunghi. 

Il titolo è : TENEBRE di Elia Gonella.

Adatto anche a chi viaggia in treno o in autobus, è perfetto, un libro veloce, con il giusto grado di terrore per tenervi svegli durante il tragitto mattutino, come un caffè forte, molto forte. 

Non mi resta che augurarvi buona lettura . 

Maria Lucia

Scheda libro
Autore: Elia Gonella
Titolo: Tenebre
Casa editrice: Las Vegas Edizioni
Pagine 128

Sinossi
Notte. Tornata in città per seppellire il padre, una ragazza trova il suo appartamento infestato da presenze più oscure dei cattivi ricordi. Un uomo rivede un amico d’infanzia e scopre che entrambi sono ancora rinchiusi nello stesso labirinto. Un bambino sogna di incontrare il suo idolo, un campione di boxe, fino a quando il buio gli rivela la sua vera natura. Ai confini della periferia, sette torri di cemento – ciò che resta di un futuro fatiscente – stanno per conoscere il tritolo.
Nell’ora più nera escono allo scoperto scarafaggi dalla corazza lucida, l’occhio di una civetta prigioniera, le zanne di un cane randagio. Nel buio brillano i tasti di un clarinetto mai suonato, la lama di un pugnale, giocattolo per bambini crudeli. Basta un piccolo bagliore, e le tenebre della memoria si squarciano. Ne escono sussurri e grida, tutti gli addii mai pronunciati, i lamenti degli amori spezzati, degli amici rinnegati.
Dieci storie ambientate nel cuore della notte, dieci personaggi soli davanti alle loro paure più profonde.

martedì 5 giugno 2018

L'isola di Corentin di Cristiano Pedrini


L'isola di Corentin 
di 
Cristiano Pedrini

recensione di Ferlisi Maria Lucia

A 19 anni hai tutto dalla vita, sei giovane, pieno di speranze e di vita, Corentin lo sa bene, anche se è rimasto solo, prima la perdita dei genitori, poi del nonno, adesso gli rimane solo la speranza, anche se spesso vacilla. 

Abbandona tutto, lascia la sua città per recarsi in un luogo di ricordi, una piccola eredità lasciata dal nonno, una libreria all'interno di un battello ormeggiato nella Senna nel quartiere Quai delle Tuileries, da cui si intravede il Louvre. 

Una libreria specializzata nella vendita di fiabe, proveniente da tutto il mondo, suo nonno l'ha chiamata Monet Verde, un piccolo gioiello che galleggia nella Senna.

Corentin si rifugia in questo quartiere, dove incontra persone che lo sostengono e l'aiutano, soprattutto nel suo sogno, ha scritto un libro e sogna di diventare famoso. Ma non è facile, le librerie rifiutano il romanzo. Corentin non si scoraggia ed accetta un lavoro, dovrà fare da modello per un noto pittore: Flavie Cosse'.
  E come pensa di realizzarla? Cosa, insomma...come vuole ritrarmi. < Desidero solo catturare la luce che riesce a preservare tua figura ciò che la circonda» rispose candidamente Flavie 
Questo incontro è determinante per il ragazzo, attraverso la pittura Corentin comprende se stesso, Flavie lo libera da tante paure e soprattutto lo aiuta ad accettare quella parte di sé che rifugge, che non vuole accettare. 

Flavie lo aiuta ad aprirsi e a smettere di usare la sua isola dove escludere la realtà che lo circonda,  Corentin deve allargare il suo cuore alla realtà e alla consapevolezza di sé. 

 Corentin deve accettarsi e amarsi, l'unica via per combattere ed affrontare la realtà esterna.

Lui ama Bastien, un suo compagno di classe. 
Chissà ora come stava Bastien… Probabilmente aveva finito con il dimenticarsi di quel ragazzetto timido e scostante che a quel semplice gesto aveva risposto con la paura dandosela a gambe e a distanza di mesi le cose non erano cambiate poi molto, anzi, sentiva quei suoi punti deboli erano intatti, ancor anzi, di più, mitigati dalla pericolosa illusione che aver incontrato sulla sua strada persone come Colberte Madame Touillerie l’avrebbe messo al riparo  da spiacevoli conseguenze del suo carattere spiacevoli conseguenze del suo carattere.
Accettare il proprio corpo che si mette a nudo per essere ritratto lo porta alla consapevolezza del suo amore ed alla accettazione della sua diversità. Riuscirà adesso a ritrovare il suo amore Bastien?

La scrittura di Cristiano Pedrini ancora una volta mette in luce un amore contrastato dai dubbi, dalla paura, dalla mancata apertura mentale delle persone che non accettano gli amori arcobaleno. 

Il personaggio di Corentin  esprime in pieno le difficoltà che si incontrano lungo la strada, ma non solo, la battaglia più dura d'affrontare è sempre verso se stessi. Non è facile accettarsi, comprendere che si ama una persona dello stesso sesso. 
Ci vuole tanta forza interiore, solo in questo modo puoi affrontare la realtà esterna.

Con uno stile garbato ci conduce nell'isola di Corentin con delicatezza per arrivare alla crescita personale del personaggio, tra pennellate e libri di favole.

Un romanzo che affronta un tema delicato come l'amore tra due ragazzi, ma la scrittura di Cristiano è sempre attenta, leggera  degna di un romanzo rosa.

Un romanzo avvolto nei colori, nei sogni e nelle speranze che ci regala una storia di fiducia e superamento dei limiti di ognuno di noi.

Un romanzo d'amore e d'ottimismo, di emozioni e di formazione, di fiducia e di scelte.


SINOSSI
Corentin ha la sua isola, quel luogo sicuro nel quale si protegge dal mondo, dove non lascia entrare nessuno. Scrive romanzi e sogna un grande domani, che tarda ad arrivare, visto il suo straziante passato e il suo faticoso presente . Le sue giornate trascorrono tra il Monet Verde, la libreria galleggiante sulla Senna, lasciata in eredità dal nonno e il suo girovagare per le vie di Parigi.Corentin, seppur abbia la forza di superare e osare, è chiuso nel suo mondo, nella sua isola fino all'incontro con Flavie, un noto pittore che lo aiuterà a uscire allo scoperto e a osare rimettendo in discussione ciò che vuole mostrare di sé agli altri.La vita, l'amore, l'arte, la cornice romantica Parigina, i sogni e le speranze…Tutto sarà trascinato dalla ruota di un destino che porterà i due a riscoprire se stessi, mostrando la bellezza delicata di quei giorni che sembrano scaturire dalle pagine di una fiaba tinta dai colori della speranza.


SCHEDA LIBRO
Autore: Cristiano Pedrini
Titolo: Corentin
Casa Editrice:Amazon Media EU
Pagine: 200

lunedì 4 giugno 2018

Amiche di salvataggio

Carissime amiche ed amici del blog
mi ha molto colpito la morte della scrittrice e giornalista Alessandra Appiano.
Morire per propria volontà mi lascia sempre sgomenta. 

Osservare il viso sorridente della foto che circola sul web, ma anche quella che ricordiamo in vari salotti televisivi, non traspare traccia di malessere, e non comprendi il suo gesto.

Il viso è dolce, sorridente e garbato, come nei suoi interventi. Una donna che credeva nella lotta per e con le donne. Un'autrice che ha fatto dell'amicizia solidale ed empatica, con le donne, la sua bandiera. 

Alessandra era la portavoce delle donne e della loro amicizia. 

Donna Moderna ne ha testimoniato più volte i suoi interventi, sempre a favore delle donne. Come i suoi libri.

 Una donna che aveva le amiche di salvataggio, non solo quelle scritte nel libro, le aveva nella realtà.,ma il suo malessere è stato più grande del suo ideale, è stata avvolta da questa spirale che non ti lascia respiro, non ti lascia speranza, non ti lascia più sorrisi.

 Questo male sottile, poco compreso, non lascia scampo, non riesci più a vedere il lato positivo, non vedi la luce ed i colori, e come una spirale che ti avvolge, ti stritola e non lascia passare nulla di positivo, le amiche aiutano, le persone vicine pure, ma se la spirale si è stretta troppo attorno al tuo corpo, difficilmente le parole di chi ti è vicino ti arrivano.

Dicono che un attimo prima di porre fine alla propria vita, si diffonda nel corpo e nella mente, una calma ed una pace infinita, mi auguro che sia stato così anche per te Alessandra, permetti il tono confidenziale, ma eri una di noi, una donna che credeva nell'amicizia.

Portati, nel luogo dove andrai, questa pace e diffondi i sorrisi e la garbatezza come hai sempre fatto.
Un abbraccio Alessandra

Difendete angoli di sana  frivolezza,  evitate di immedesimarvi troppo nei ruoli, giocate al gioco della meravigliosa ragazza che vi immaginavate di diventare. Date spazio ai personaggi dell’immaginario infantile, quando il lieto fine delle fiabe sembrava sempre possibile. Ogni giorno scrivete sulla vostra agenda: e visse felice e contenta.

Non smettete mai di credere nel potere salvifico della solidarietà femminile. E non dimenticate mai che la cura più efficace contro i radicali liberi e lo scoramento improvviso sono le amiche di salvataggio. Per sentirsi invitati alla festa della giovinezza non occorre un baby fidanzato (o peggio un baby spogliarellista) ma una coetanea con cui ridere e sdrammatizzare. Ammettere con ironia le proprie magagne  (fisiche e non) è il più bel mazzo di mimose da mandarsi ogni giorno. Non appassisce e profuma di allegria.

venerdì 1 giugno 2018

Consigli di lettura

Carissimi amici ed amiche del blog
eccoci arrivati a giugno,  il mese che invita ad andare al mare, magari solo qualche week end prima delle ferie definitive.

 Bene anche se sono solo poche ore di sole e di mare, la brezza marina  ci solletica e invita ancor di più alla lettura. 

Il caldo è ancora sopportabile, sotto l'ombrellone possiamo aprire i nostri libri e leggere senza essere troppo sudati e senza tanti vicini o bambini rumorosi.

Allora necessità qualche consiglio libroso vero?

Bene, eccomi pronta, vado a curiosare qua e là tra le case editrici grandi e piccole per proporvi qualche romanzo. 

Parola d'ordine: leggerezza.

Dalla Feltrinelli vi segnalo:
le tartarughe tornano sempre di Enzo Gianmaria Napolillo

Sinossi
Salvatore è nato quando in pochi conoscevano il nome della sua isola: un luogo di frontiera posto alla fine del mondo, con il mare blu e la terra arsa dal sole. E’ cresciuto sulle barche, vicino alle cassette di alici, con lo sguardo nell'azzurro, sopra e intorno a lui. Forse è lì che tutto è cominciato, tra ghirigori nell'acqua e soffi nel vento. Di sicuro è lì che ha conosciuto Giulia, anche se lei vive a Milano con i genitori emigrati per inseguire lavoro e successo. Da sempre Giulia e Salvatore aspettano l'estate per rivedersi: mani che si intrecciano e non vogliono lasciarsi, sussurri e promesse. Poi, d'inverno, tante lettere in una busta rosa per non sentirsi soli. Finché, una mattina, nell'estate in cui tutto cambierà, Giulia e Salvatore scoprono il corpo di un ragazzino che rotola sul bagnasciuga come una marionetta e tanti altri cadaveri nell'acqua, affogati per scappare dalla fame, dalla violenza, dalla guerra. Gli sbarchi dei migranti cominciano e non smettono più. L'isola muta volto, i turisti se ne vanno, gli abitanti aiutano come possono. Quando Giulia torna a Milano, il filo che la lega a Salvatore si allenta. La vita non è più solo attesa dell'estate e amore sincero, corse in spiaggia e lanterne di carta lanciate nel vento. La vita è anche uno schiaffo, un risveglio, la presa di coscienza che al mondo esistono dolore e differenze. Una scoperta che travolge i due ragazzi e che darà valore a tutte le loro scelte, alla loro distanza e alla loro vicinanza.

Dalla New Compton vi invito a leggere: 
La casa dei meravigliosi Tramonti di Heidi Swan

Sinossi

La notizia della morte di Gwen, per Lottie Foster, è davvero un fulmine a ciel sereno. Non solo perché era la più cara amica della sua adorata nonna, ma anche perché ha deciso di lasciarle un’eredità impegnativa: lo splendido Cuckoo Cottage. Lottie ha sempre adorato quella villetta, ma Matt, un affascinante costruttore del posto, la mette in guardia: sta cadendo a pezzi. Fortunatamente, però, lui è disposto a darle una mano con tutti i problemi che continuano a saltare fuori. La disponibilità di Matt verso Lottie, agli occhi del suo vicino di casa Will, è decisamente sospetta. Il fatto che sia geloso, è ovvio, non c’entra niente… Ma Will è anche il veterinario di Minnie, la pestifera cagnolina che lei ha ereditato insieme al cottage e alle quattro roulotte d’epoca, che intende rimettere in sesto. Il sogno segreto di Lottie, infatti, è di dar vita a un campeggio vintage anni Cinquanta. Ma non potrà davvero realizzare il suo desiderio prima di aver capito di chi fidarsi, specie adesso che ci sono due uomini a contendersi il suo cuore…
Dalla Mondadori un giallo di casa nostra: 
Il canaro dellla Magliana di Lugli e Del Greco.
Sinossi
Roma, 19 febbraio 1988. Un cadavere smembrato e carbonizzato viene rinvenuto in una discarica della Magliana, zona popolare alla periferia della capitale. Il corpo presenta segni di orribili, raccapriccianti torture, e le indagini partono immediatamente, coinvolgendo la squadra mobile e Angela Blasi, una giovane ispettrice al suo primo caso nella sezione omicidi. L'inchiesta, per la polizia, si prospetta tutto fuorché semplice. Una volta identificata la vittima, le tracce portano a un insospettabile: il proprietario di una toeletta per cani. La storia vera del Canaro della Magliana è rivista in forma di romanzo da Antonio Del Greco, il funzionario di Polizia che lo arrestò e lo fece confessare, e Massimo Lugli.
Dalla casa editrice Aliberti un libro per i miei amici uomini: Mai senza cravatta. Breviario di eleganza maschile di Tommaso Pandolfi Franchin.
<iframe style="width:120px;height:240px;" marginwidth="0" marginheight="0" scrolling="no" frameborder="0" src="https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?ref=qf_sp_asin_til&t=lalettridicar-21&m=amazon&o=29&p=8&l=as1&IS2=1&asins=8893232022&linkId=dabd9761385cf38cbe9eb82415bfcb65&bc1=000000&lt1=_blank&fc1=333333&lc1=0066C0&bg1=F587F4&f=ifr"> &lt;/iframe&gt;
Sinossi
Questo libro si propone di dare uno sguardo al mondo dell'abbigliamento maschile classico attraverso alcune delle sue parole più importanti. Per classico si intende il sistema di valori e di usi maschili che ha caratterizzato la vita occidentale all'incirca negli ultimi centocinquat'anni. E che, da qualche lustro, è pesantemente in crisi.
Vogliamo sognare? Un romanzo pubblicato da Amazon : come Cenerentola di Frances Balding
Sinossi
Cecile Norman, come Cenerentola, è orfana di padre e di madre. Vive con il patrigno Oswald e i fratellastri Valerie e Mark nella grande villa di famiglia, ma di fatto è al servizio di costoro, anche per via di una promessa fatta alla madre in punto di morte tanto tempo prima. Ha un grande sogno nel cuore: l’affascinante Steve Maureen, che ama da sempre, il rampollo più conteso del luogo. Il padre di questi dà una grande festa per il suo compleanno: desidera che trovi la donna della sua vita. Cecile riuscirà a realizzare il suo sogno, partecipando al ricevimento? Oswald, Valerie e Mark faranno il possibile per impedirglielo: ma lei ha dalla sua parte alcune “fatine” speciali che le vogliono bene e che l’aiuteranno. L’intrigante Valerie però continuerà a tramare nell’ombra per impedire ogni sua mossa…
Per finire un Thriller fresco adatto per il caldo estivo proposto dalla casa editrice Corbaccio: Omicidio sul ghiacciaio di LenzKopperstaterr.
Sinossi
Le notti sul ghiacciaio non sono fatte per gli uomini. Sono fatte per i fantasmi, per le bufere, per la neve. Eppure, in una gelida notte di dicembre, una strana luce compare sul ghiacciaio della Val Senales e poco dopo viene ritrovato un cadavere con una freccia conficcata nel collo. Esattamente nello stesso luogo, venticinque anni prima, era stato scoperto Ötzi, l’uomo del Similaum, che ora si trova esposto nel Museo Archeologico di Bolzano. Anche lui ucciso da una freccia. Una grossa grana per il commissario Grauner, poliziotto con la non troppo nascosta aspirazione a fare il contadino, che si stava già pregustando un periodo di vacanza in famiglia. Tra intrighi di paese, abitanti più che laconici e turisti più che esuberanti, il commissario Grauner e l’ispettore Saltapepe, trasferito da Napoli e per nulla incline a condividere la passione dei bolzanini per la montagna, si troveranno di fronte a uno dei casi più difficili della loro carriera, che tocca tutti gli ambienti della capitale altoatesina e che affonda le radici in un lontano passato

mercoledì 30 maggio 2018

Un Prato di fiabe - Concorso letterario

Buongiorno donne e uomini del blog

chi di voi scrive fiabe, spero siate in tanti, e se non lo avete mai fatto potrebbe essere l'occasione giusta per farlo. 

Avete un mese di tempo per partecipare alla XVIII edizione del concorso "Un Prato di fiabe", indetto dall'Associazione culturale Marginalia, con il patrocinio del Comune di Prato. 

Il concorso è aperto anche alle scuole elementari e medie, inoltre c'è anche la sezione per illustratori.

Forza amici, prendete in mano la penna e ritornate bambini per scrivere la vostra fiaba, quella che vorreste narrare ai vostri figli o nipoti. 

Scade il 30 giugno, avete tempo per pensare e scrivere una bella fiaba.
Buon lavoro ed in bocca alla penna!!!

Maria Lucia


BANDO DI CONCORSO Per Autori di Fiabe
1) Possono partecipare al Concorso autori di tutta ITALIA.
2) Le opere dovranno avere per soggetto fiabe, a tema libero, inedite.
3) Ogni autore può partecipare al concorso con un massimo di 2 (due) opere.
4) Ogni opera non deve essere superiore a TRE cartelle dattiloscritte, pena l'esclusione dal concorso,
dovranno essere redatte in WORD (una cartella è una pagina di 1.800 battute).
Le opere devono pervenire esclusivamente via mail all’indirizzo della segreteria del concorso:
info@associazionemarginalia.orgAllegati alla fiaba andranno inviati assolutamente i seguenti documenti:
1) Copia dell’avvenuto pagamento relativo alla quota di partecipazione di € 20,00 che comprende
tutte e due le fiabe
2) Un breve presentazione di se stessi massimo 6 (sei) righe digitate in word
3) Scheda per l’iscrizione al concorso compilata in ogni sua parte ( la scheda di iscrizione al concorso si può
scaricare dal nostro sito nella sezione concorsi dove è pubblicato anche il bando dell’edizione
Un Prato di Fiabe 2018, oppure farne richiesta alla mail info@associazionemarginalia.org5) La giuria esaminerà solo le copie anonime (pertanto chiediamo di inserire il Vostro Nome e Cognome
indirizzo mail e telefono, solo alla fine dell’opera, per nostro maggior controllo, e sarà nostra premura
depennare lo stesso in fase di stampa delle opere da fornire alla giuria).
6) Gli autori delle fiabe, in caso di vincita, rilasceranno a Marginalia i diritti limitatamente alla pubblicazione
della stessa sul libro che verrà realizzato per l’edizione in corso e per la mostra
aperta al pubblico gratuitamente.7) Al primo classificato sarà riconosciuto un premio in denaro di Euro 300,00 (trecento), al secondo di Euro
150,00 (centocinquanta) al terzo classificato un buono per acquisto di libri. Ai tre vincitori sarà rilasciata una
targa a tutti gli altri un diploma di partecipazione oltre alla pubblicazione gratuita di tutte le opere finaliste
quindi sia le tre vincitrici che e nove segnalate. Le opere vincitrici e segnalate, (le segnalate a pari merito
ripetiamo saranno nove) scelte sulla base di contenuto, forma, stile, proprietà di linguaggio, scelta lessicale e
capacità espressiva del mondo immaginario (ad insindacabile giudizio della giuria) verranno esposte in una
mostra (aperta al pubblico) insieme alle relative illustrazioni fatte realizzare dagli Organizzatori a gli
illustratori finalisti della sezione illustrazioni del Concorso per autori e illustratori Un Prato di Fiabe 2018,
sulla base dei contenuti delle opere stesse.
8) Alla mostra farà seguito la pubblicazione di un catalogo delle opere scelte e delle illustrazioni, che sarà
consegnato gratuitamente agli autori e illustratori durante la cerimonia di premiazione che sarà effettuata nel
corso di una serata, durante la quale verranno pubblicamente letti alcuni brani delle opere finaliste a cura dei
nostri attori.
9) A tutti i partecipanti sarà anticipata per e mail la comunicazione dell'esito del Concorso.
10) La quota di partecipazione è di Euro 20,00 (indistintamente, per una o due opere) da inviare allegata
all'opera in concorso tramite BONIFICO BANCARIO utilizzando il seguente Codice Iban:
COD. IBAN IT41 J030 6921 5311 0000 0002 976 intestato ad Associazione Culturale Marginalia
11) LE OPERE DOVRANNO PERVENIRE ENTRO E NON OLTRE IL 30 GIUGNO 2018 al seguente
indirizzo mail: info@associazionemarginalia.org12) La premiazione e la mostra delle 12 opere finaliste con relative illustrazioni avverrà nel corso di una
cerimonia a Prato, nel dicembre 2018 ´ (il luogo e la data precisa della premiazione verranno resi noti in
successivi comunicati).

https://www.associazionemarginalia.org/concorso-un-prato-di-fiabe-2018/

martedì 29 maggio 2018

Care amiche e amici virtuali
oggi ho pochissimo tempo, ho trascorso una bellissima mattina in compagnia di una amica di vecchia data.

Tanti progetti, confidenze e condivisioni. È un'amica terapeutica, stare con lei il tempo scivola e quando termina sono carica di nuova energia. 

Peccato che il tempo con entrambe è sempre tiranno, lavoro, impegni, famiglia, e a volte si dimentica di lasciare spazio e tempo anche per le amiche. 

Promettiamo a noi stesse che dobbiamo lasciare uno spazio settimanale per noi , ma le promesse vengono surclassate, inesorabilmente dai troppi impegni. Lo sappiamo bene quando ci scambiamo la promessa di farlo, ma nel cuore c'è sempre la voglia di mantenerla e la speranza di realizzarla.

Che fare? Nulla, accettare come può essere piacevole e ritrovarsi con tante cose da dire, quando il tempo ce lo permette. Assaporare i momenti in cui ci siamo l'una per l'altra

Un abbraccio a Lei, Anna, ma anche voi che silenziosamente condividete i miei post.

lunedì 28 maggio 2018

Matthias Canapini autore


Carissime amiche ed amici del blog
durante il Salone del libro a Torino, sono andata a trovare la casa editrice Prospero Editore, per conoscerli di persona e salutarli.
Ne ho approfittato per ascoltare la presentazione di un loro scrittore: Matthias Canapini.
Un ragazzo giovane, del 92,  nato con la valigia in mano, o meglio lo zaino.
 Fin da ragazzino è stato abituato a viaggiare dai  genitori, poi ha deciso di farlo da solo. Dopo un tentativo di studiare lingue orientali all'università, ha sentito l'esigenza di andare, di comprendere le lingue, gli usi e costumi nel territorio stesso. All'età di 19 anni Matthias ha iniziato il suo lungo viaggio, con un bagaglio essenziale, perché quello di cui necessità è impresso nel suo cuore e nella sua mente. 

Il suo approccio è empatico, fatto di gesti, sorrisi e condivisioni. Non ha bisogno d'altro, forse si, la sua fedele compagna di viaggio: la macchina fotografica.

 Attraverso l'obiettivo coglie momenti di vita e di speranza, perché il suo occhio sa riconoscere momenti delicati, suggestivi e reali di vita quotidiana, ma anche di dolore. 


Il suo occhio è legato alla testimonianza fedele di ciò che vede, senza commenti, senza fare politica, ma lasciando al lettore il commento. 

Matthias non si limita a fotografare la realtà di posti come i Balcani, la Siria, la Turchia, Birmania, Val di Susa.., lui parla con la gente del posto, interagisce con loro, si cala nei loro panni, con le persone che hanno sofferto e di chi soffre ancora. Per questo nelle sue foto ritroviamo "l'anima" del soggetto fotografato, l'autore coglie l'intimità nel suo essere, totalmente, perché ne ha ascoltato le loro parole. 

In una società in cui nessuno si sofferma, lui controcorrente, si ferma, ascolta la Terra, madre di dolore, gioia e speranza.

È stato anche in luoghi italiani come il Vajon o  Val di susa, per ascoltare il dolore e la protesta. 


Terra e dissenso, voci in movimento, storie di luoghi strappati alle condizioni sociali e restituiti alla quotidianità, e Matthias diventa una "famiglia" con loro. Vive momenti di aggregazione,  condivide il cibo anche nel mezzo di una discarica, esattamente come se fosse egli stesso un abitante di quel luogo. 

Con il suo approccio alla realtà è riuscito a fotografare la più vecchia donna giraffa della Birmania, la donna ha 95 anni, ha parlato con lui dell'invasione giapponese e altri frammenti di vita. 


Ed è stato parlando con questa donna "magica" che ha capito come le storie, belle, intime, forti si trovano anche nel nostro paese, anche sua nonna, 95 enne, come la donna giraffa, ha stralci di vita vissuta importanti da riportare.

 Per questo motivo ha deciso di prendere una pausa dai paesi lontani per visitare l'Italia e l'Europa, alla ricerca di radici e luoghi testimoni di passaggi di migranti o altre testimonianze di vita quotidiana, ma poi neanche tanto. 

Se riflettiamo, gli usi e costumi di un popolo sono la raccolta di vita di tutti i giorni, di vita reale.

Matthias Canapini ha scritto i seguenti libri tutti per la Prospero Editore:

La lettrice di cartadiMaria LuciaDesign byIole