mercoledì 18 luglio 2018

Juana De La Cruz

Juana de la Cruz è nata a San Miguel il 12/11/1648 ed è morta a Città del Messico il 17/04/1695.
La sua figura è importante nella storia delle donne e dell'emancipazione femminile, in quanto, in tutta la sua breve vita, lottò per l'affermazione del diritto allo studio anche per le donne.

Possiamo affermare che è stata la prima donna femminista dell'America coloniale.

Juana nacque da un'unione irregolare, era quindi una figlia illegittima, in quanto la madre era una creola, nativa messicana, il padre spagnolo, e le unioni miste in Messico non erano riconosciute, non potevano contrarre matrimonio, il padre consapevole delle leggi l' abbandonò.

La sua cultura è merito del nonno, ricco proprietario terriero, aveva una biblioteca fornitissima, dove Juana imparò a leggere e scrivere, già dall'età di tre anni. La sua cultura era vasta, da autodidatta, avrebbe voluto entrare all'università, anche fingendosi uomo, in quanto le università erano proibite alle donne, ma la madre non volle.

Continuò testardamente gli studi da sola.

Sapeva il latino, amava la matematica, la metafisica e la teologia. La sua prima poesia la scrisse all'età di otto anni.

Fu la dama di compagnia di Lenor Carretto, vice regina, la quale l'ammise nel suo salotto letterario all'età di tredici  anni.
La sua presenza era ingombrante, era giovane, era bella, era colta,  per cui l'invidia di corte si scatenò contro di lei. Fu contrastata, in quanto la vice regina la volle come insegnante per sua figlia, per farlo dovette sostenere un esame davanti a circa 40 prelati che l'interrogarono per verificare il suo sapere.

Furono sparse illazioni su una sua presunta relazione con la vice regina, alla quale dedicava molti sonetti, considerati scabrosi.


Fu contrastata e perseguitata dal Vescovo che non accettava le capacità della ragazza, non ancora ventenne, di disquisire su temi teologici e per la fama che aveva riscosso all'interno della corte.
La stima e la notorietà di Juana disturbava tutto il clero.

Era una donna bella, colta, testarda e schietta, un vero pericolo per la società di allora, negata alle donne.

In corte si scoprì che era una figlia illegittima, anche se la vice regina non l'allontanò dalla corte, fu Juana a sentirsi in colpa e diversa. Sapeva che non aveva molte chance, diventare una cortigiana o madre di figli illegittimi.
Sicuramente la consapevolezza di non poter auspicare ad un matrimonio con uno spagnolo, le fece prendere la decisione di entrare in convento, nelle suore Carmelitane scalze.
Dopo tre mesi, fuggì, presumibilmente per la vita che conduceva all'interno che la privava di poter leggere e scrivere. Decise allora di entrare nel convento dell'ordine di San Girolamo, dove vi rimase fino al giorno della morte. 
Nel convento di San Girolamo aveva a disposizione testi sacri e tempo per leggerli, e lei era felice di questo: leggere e scrivere. La sua vera vita. Rimase sempre al centro della vita culturale e riuscì a coniugare la sua sete di cultura con gli obblighi religiosi. Si dedicò alla cucina diventando in breve una bravissima cuoca e invitando nel convento anche esponenti della vita di corte che apprezzavano le sue doti culinarie.

La sua presenza se da una parte suscitava ammirazione, dall'altra era soggetta all'invidia delle consorelle e alla rabbia, mal celata, del vescovo, suo confessore,  e dell'arcivescovo che dovevano però trattenere, in quanto la religiosa godeva della protezione della corte.

Dopo il trasferimento della vice regina Lenor e della sua morte, arrivò a Città del Messico Maria Luisa, moglie del nuovo viceré.
Tra le due donne nacque una forte amicizia, la suora le dedicò diversi sonetti amorosi.
I suoi scritti suscitarono ancor più scalpore in quanto erano molto "carnali", "appassionati", esulavano dalla semplice amicizia, erano vere e proprie parole d'amore.
«L’amore, mia signora, non trova in me alcuna resistenza e manda in fiamme il mio cuore esausto», «Amarvi è un crimine per cui non farò mai penitenza. Non importa se voi eludete i miei abbracci, mia cara, perché il solo mio pensiero può imprigionarvi».
I regnanti furono richiamati in patria per problemi interni.

Maria Luisa continuò ad aiutarla, facendo stampare le suo opere, ma ormai il declino della fama della religiosa era iniziato.

Sor Juana de la Cruz rimase nel convento priva della protezione reale, di cui aveva goduto i benefici fino ad allora, esposta agli eventi e ai sempre più difficili rapporti con la Chiesa.
Cambiò il rapporto del vescovo e del clero contro di lei.

Dovette scrivere al Vescovo per difendersi dalle accuse di non essere una suora devota e di non amare Dio, il suo scritto Respuesta a sor Filotea, divenne un motivo in più di ammirazione tra i reali, ma ormai erano lontani, Juana, per non rischiare l'inquisizione, dovette firmare un patto con il vescovo che l'obbligò al silenzio ed alla vendita dei suoi oltre quattro mila libri, il cui ricavato sarebbe stato distribuito ai poveri.

Sor Juana, rimase in silenzio, ma continuò leggere e scrivere, in segreto, durante la notte di nascosto alle sue stesse consorelle, ed alla sua morte furono ritrovati tutti i suoi scritti. 
Morì per la peste che si era propagata con veemenza in città del Messico, e portò alla morte  quasi tutte le sorelle del convento, si dice che fino alla fine aiutò le sorelle che stavano morendo come lei.


Molti suoi scritti sono stati pubblicati nel 1700 in Spagna.

Vi consiglio di vedere anche l'appassionato sceneggiato proposto da netflix, da cui ho tratto molto per scrivere questa sintesi, e farvi conoscere la forza di una donna che ha sfidato la società e il suo stesso corpo, rinunciando alla sessualità pur di leggere e scrivere che erano una passione più forte dell'amore stesso.
Una donna che ha sofferto per le sue scelte. Una suora che è stata oggetto di una vera e propria persecuzione da parte del vescovo, solo perché sapeva la teologia come un prete. Lei una donna, una suora.
Una donna che anche in punta di morte ha continuato a credere di essere nel peccato solo per amore della cultura. Le suo ultime parole sono state" Yo la peor de todas", che fu anche uno dei suoi ultimo scritti.




Una poetessa che andrebbe rivalutata, come tante altre letterate dei secoli passati i cui versi o racconti rimangono nascosti e sconosciuti, nonostante l'alta liricità dei versi, come nel caso della nostra Juana.
















martedì 17 luglio 2018

Esistenze proibite di Paolo Bertulessi



Esistenze proibite 

di 
Paolo Bertulessi








casa editrice: le Mezzelane
pagine:288

Sinossi:


Il tormentato, torbido e viscerale rapporto di Adam con il sesso femminile:  l’indole di questo ragazzo borderline della Milano bene, in bilico tra il bene e il male sin dalla sua infanzia, innesca una serie di eventi che marchieranno a fuoco lo scorrere della sua vita.  

Una narrazione di esperienze spudoratamente uniche, intrise di una deviata e algida ginofilia legata a doppio filo all’egocentrismo e alla venalità del protagonista; sesso, perversione, mistero, soprannaturale, denaro, motori, avventura, arte, poesia e morte: tutto si fonde in una perfetta miscela che avvince e rapisce.

Si può sicuramente affermare che in questo libro esistono due protagonisti, profondamente diversi a livello caratteriale, le cui vite si fondono assieme per creare una unica esistenza ricca di forti emozioni, obiettivi ambiziosi e traguardi raggiunti.

I dialoghi tra i due protagonisti dell’opera, Adam e Traxebru, stigmatizzano al meglio la loro comune spietata visione della vita e della società, dosando al meglio lessico aulico ed espressioni taglienti.

A loro si affianca una meravigliosa piccola Dea, autistica e sensitiva: Aneta, con la sua sconcertante purezza e la sua eterea presenza, sovralimenterà quel motore emozionale che li farà viaggiare sempre più velocemente verso facili successi economici, ma anche inquietanti e sconvolgenti vicende, per poi volgere a un drammatico e sconcertante epilogo. 


lunedì 16 luglio 2018

Tutti i libri di Lodovica San Guedoro


Carissimi amici ed amiche lettori e lettrici del blog

oggi vi presento un'autrice della casa editrice Felix Krull.

Una casa editrice che ha fatto la scelta di pochi, ma ricercati autori.

Vi presento tutti i libri di Lodovica San Guedoro, autrice dalla scrittura, elegante, ricercata ed aristocratica.

È stata candidata al premio Strega per ben due volte.

Ecco a voi tutti i suoi romanzi, non vi resta che scegliere quale leggere.
Buona lettura
















sabato 14 luglio 2018

Tutti i libri di Artemide Waleys

Buongiorno cari lettori e lettrici
oggi vi presento un'autrice misteriosa, pochi la conoscono, non ama la vita mondana, ha una famiglia che le riempie la vita, ma la passione per la scrittura le fa trovare sempre il tempo per scrivere romanzi e dobbiamo ringraziare il suo traduttore Jacopo Ferrari che ha tradotto i suoi libri per noi.

Artemide Waleys è una giovane donna come ce ne sono tante, metà francese e metà inglese.
Vive in Scozia con sua moglie Carrie, ha una vita sempre incasinata, mille contrattempi, una famiglia che la fa impazzire e un grande amore per i libri.

Questa passione incontrollata l’ha portata a scrivere e dopo avere preso il coraggio a due mani ha deciso di cominciare a pubblicare i suoi manoscritti.

Sono libri di amore, avventura, che raccontano la vita di tutti i giorni, ma che hanno un qualcosa in più: sono libri LGBT dove i protagonisti sono uomini e donne che cercano un loro spazio nel mondo, inseguendo la felicità.
Proprio come fa Artemide, fra un libro e l’altro!



Angel non crede nell’amore.
Arrivato a quarant’anni ha rinunciato ai suoi sogni e si mantiene lavorando in un diner, occupandosi nel tempo libero di sua madre Marion.
Ma un giorno d’estate, improvviso come il vento, Karim entra nella sua vita e...
Volete scoprire cosa accadrà?
Leggete il nuovo racconto gay di Artemide Waleys: “Un magico incontro”, che rallegrerà la vostra estate tingendola di rosa.







Basta una settimana per innamorarsi?


Si può cambiare la propria vita in sette giorni?
Ryan Taylor è uno degli uomini più ricchi di New York e del mondo: ha soldi, successo e tutto quello che la vita potrebbe dargli.
Tuttavia non ha nessuno da amare e da quando il suo ex Bobby lo ha tradito ha chiuso il suo cuore a chiunque provi ad avvicinarglisi.
Manca una settimana a Natale e Ryan cammina per le strade innevate di Central Park, quando incontra per caso Jay.
Jay è un ragazzo solo, cerca di sopravvivere come può e ha un disperato bisogno di tutto: cibo, una casa, ma soprattutto amore.
Riusciranno queste anime solitarie a salvarsi a vicenda?



L’amore e il tempo sistemano ogni cosa.
Xavier, Ethan e i loro amici, dopo mille peripezie e disavventure sentimentali, lo sanno bene.
Ma mentre le loro strade stanno per dividersi in nome di un futuro roseo e pieno di speranza, il destino ha deciso di giocare loro un altro terribile tiro mancino.
Riusciranno ancora una volta a superare tutti gli ostacoli che si troveranno davanti e restare insieme, per realizzare così i loro sogni?








Parigi, New York, Milano.
Tre brevi storie romantiche, inebriate dal dolce profumo dell’estate e scritte dalla vivace penna di Artemide Waleys, già nota autrice di intriganti romanzi e racconti LGBT.
Lasciatevi travolgere dall’amore!





Le avventure di Ethan e Xavier sono finite, tuttavia Artemide Waleys ha deciso di dedicare a tutti i suoi lettori questo romantico e piccante racconto.
Natale è vicino, ma Xavier non sembra intenzionato a festeggiare e tutto rischia di fallire miseramente.
Riuscirà Ethan a fargli cambiare idea?
Se volete scoprire come va a finire questa storia bollente ma al tempo stesso piena di sentimento, leggete “Un regalo per Xavier”









Noah è una promessa della danza ma dietro un mondo fatto di ballo e teatro si cela una personalità fragile con un passato difficile fatto di abusi e sofferenza.
E le cose si complicano quando nella vita di Noah entrano due uomini che rapiranno il suo cuore: William e Kevin, diversi come il giorno e la notte.
Riuscirà Noah a capire qual è l’uomo giusto per lui, trovando così 
la felicità tanto anelata?





Contatti:
Tutti i libri su Amazon:

venerdì 13 luglio 2018

Seeds: Sogna o Muori di Antonio Nunziante

Carissimi lettori e lettrici

oggi vi propongo un libro del genere Horror.

Un romanzo, appena uscito, che vi terrà con il fiato sospeso e  gli appassionati del genere sono certa apprezzeranno molto.

L'autore è Antonio Nunziante, il titolo: SEEDS: SOGNA O MUORI.

Il dottor Notte è entrato nei meandri oscuri della mente umana... chiudete bene tutte le porte...

Buona lettura

Sinossi:
I sogni degli abitanti di Whitecastle verranno sconvolti da una creatura che promette di realizzare i loro desideri. L'irrefrenabile voglia di Eric di possedere un disco autografato della sua band preferita da il via ad una catena di morte senza fine, alla quale cerca di porre rimedio strappando al piccolo Alvin una promessa: "Non devi dormire".

Scheda libro:
Autore: Antonio Nunziante
Titolo: Seeds: sogna o muori
Pagine: 540
Casa editrice: Independently published

giovedì 12 luglio 2018

IX PREMIO NAZIONALE DI POESIA: “PER NON DIMENTICARE”


Amici lettori e lettrici
dopo la presentazioni di alcune amiche ed amici scrittori, vi propongo la partecipazione ad un concorso di poesia davvero interessante. 

I versi devono parlare di abbandoni e ritorni e per vincere dovete mirare dritti al cuore della giuria. 

Attenzione scade il 27 luglio e il premio è in denaro, somma che potete investire nell'acquisto di libri!!!

Buon lavoro e come al solito.... in Bocca alla Penna.

L’ITALIA DEI PAESI:
LE RADICI TRA ABBANDONI E RITORNI

IX PREMIO NAZIONALE DI POESIA



IL COMUNE DI CORENO AUSONIO  BANDISCE: IL IX CONCORSO NAZIONALE DI POESIA INEDITA
“PER NON DIMENTICARE”

AVENTE PER TEMA L’ITALIA DEI PAESI: TRA ABBANDONI E RITORNI.

Fermo restando il detto vincolo, i partecipanti potranno esprimersi in modo libero e personale.

REGOLAMENTO
I partecipanti dovranno inviare in busta chiusa a mezzo Raccomandata una sola poesia, in 
foglio cartaceo e su qualsiasi supporto in file multimediale word, insieme alla Scheda di 
iscrizione firmata e compilata in ogni sua parte, al seguente indirizzo: Comune di Coreno 
Ausonio – Cultura e Coordinamento Eventi e Manifestazioni – Concorso Nazionale di Poesia, 
Piazza Umberto I, 1 – 03040 Coreno Ausonio (FR) entro il 27 luglio 2018 (farà fede il timbro 
postale). Oppure inviando la poesia in file multimediale word con allegata scansione della 
Scheda di Iscrizione firmata e compilata in ogni sua parte all’indirizzo: 

corenoconcorsopoesia@libero.it 

entro le ore 12:00 del 27 luglio 2018. 

Come ultima soluzione 
presentando tutta la documentazione richiesta presso l’Ufficio Protocollo del Comune di 
Coreno Ausonio sempre entro le ore 12:00 del 27 luglio 2018.
- Non è prevista nessuna tassa di lettura;
- Presidente della Giuria, il cui giudizio è insindacabile, il Prof. Giuseppe Di Siena;
- I diritti relativi alle opere resteranno dell’autore;
- I testi, che devono essere inviati in unica copia, non saranno in nessun caso restituiti;
- La premiazione, che prevede la presenza obbligatoria dei vincitori, avverrà il giorno 8 
settembre 2018 nella sala consiliare del Comune di Coreno Ausonio (FR). Al vincitore 
sarà assegnato il premio di € 500,00 (cinquecento/00), al secondo € 400,00 
(quattrocento/00) e al terzo € 300,00 (trecento/00) offerti dalla Banca Popolare del 
Cassinate.
A carico del Comune le spese di vitto e alloggio e le spese di viaggio dei vincitori del 
concorso.
“Le poesie dei vincitori, con tutte quelle che saranno ritenute valide, verranno inserite in una 
apposita antologia che verrà presentata in concomitanza con la premiazione e la celebrazione 
del Premio – L’ITALIA DEI PAESI: TRA ABBANDONI E RITORNI ”.

Info sul Bando: eventi.corenoausonio@libero.it 

lunedì 9 luglio 2018

Tutti i libri di Mary Fisher

Cari lettori e lettrici
oggi vi propongo un'altra scrittrice di romanzi LGBT: Mary Fischer . Una giovane autrice piena di entusiasmo e voglia di scrivere, fa parte di un collettivo e a volte i romanzi sono scritti a più mani.
I suoi romanzi sono intrisi di azione, avventura, spionaggio.. L'azione si mescola con l'adrenalina, con l'amore, con il romanticismo...
Non ci resta che leggere i suoi romanzi!



TITOLO: Il gatto e il topo + L’enigma di Dylan +Tutto o niente (Trilogia “Un gioco rischioso”)
AUTORE: Mary Fisher
GENERE: LGBt, Azione, Narrativa Contemporanea
PREZZO EBOOK: 2,99 cadauno
CASA EDITRICE: StreetLib Selfpublishing

TRAMA
Dylan Sidle è un agente del NCIS di San Francisco dal passato difficile, impegnato in una missione sotto copertura nella quale sta giocando il tutto e per tutto mettendo a repentaglio la sua vita.
Joel Harmon, primo agente del Dipartimento di Sicurezza degli Stati Uniti, è un eroe pluridecorato e un sogno irraggiungibile per Dylan.
Questo fino a quando, complice una serie di eventi che li vedrà coinvolti, le loro strade finiranno per incrociarsi.
E per entrambi niente sarà più come prima.

ESTRATTO (DAL PRIMO LIBRO)
Plic, plic, plic.
Joel poteva immaginare benissimo il rumore delle gocce che cadevano una dopo l’altra, con lentezza esasperante, attraverso il lungo tubo di plastica trasparente che collegava la sacca della flebo, riempita con una soluzione di acqua e glucosio, alla piccola e sottile cannula inserita nel dorso della sua mano.
Se avesse avuto abbastanza forza se la sarebbe strappata di dosso, si sarebbe alzato in piedi e sarebbe fuggito via.
Se c’era una cosa che l’agente pluridecorato del Dipartimento della Sicurezza Interna degli Stati Uniti Joel Harmon odiava era stare in ospedale.
E ancora di più, se possibile, detestava l’odore dei medicinali.
Era un uomo d’azione, lui, ed essere confinato in un letto senza poter fare niente era qualcosa di assurdo che eludeva da qualsiasi suo schema mentale.
Joel respirò profondamente per calmarsi.
Se non poteva evadere in grande stile da quella camera bianca e asettica come aveva fatto Clint Eastwood nel famoso film Fuga da Alcatraz, poteva almeno sfruttare bene il suo tempo e pensare.
Cercò per prima di ricordare cosa fosse accaduto e perché si trovava intrappolato in quel cazzo di letto.
-Ti hanno sparato, agente speciale Harmon, ecco che ti è successo.- disse una voce femminile, che l’uomo conosceva molto bene.
Joel voltò lentamente la testa, reprimendo il senso di nausea che lo travolse per un momento.
La donna seduta sulla poltrona accanto al letto gli sorrise.
-Come ti senti?- domandò premurosa.
-Hai una domanda di riserva?- chiese Joel, stupendosi di quanto la sua voce fosse debole.
Berenice sorrise, ridandogli un po’ di buonumore.
Berenice Lane per Joel non era soltanto il suo capo.
Era soprattutto la sua migliore amica, un’impareggiabile collega e anche una bella persona, di quelle che si incontravano raramente in un mondo egoista e spietato come quello in cui vivevano entrambi.

DOVE POTETE TROVARE I LIBRI DI MARY FISHER
-Amazon
-IBS
-Kobo Store


CONTATTI
-https://maryfisherbooks.blogspot.it/
-https://www.facebook.com/I-libri-di-Mary-Fisher-139180480062731
-https://www.wattpad.com/user/MaryFisherAuthor
-https://www.goodreads.com/author/show/17484395.Mary_Fisher

venerdì 6 luglio 2018

Appunti per un naufragio di Davide Enia

Appunti per un naufragio
di
Davide Enia
recensione di
Maria Lucia Ferlisi

In Sicilia i rapporti tra padre e figlio non sono semplici, sono basati soprattutto sul silenzio, un atteggiamento da maschio, il dialogo è cose da fimmina.

Davie Enia, vuole rompere questo tabù ed è per questo motivo che invita suo padre a unirsi al suo viaggio a Lampedusa.

Il padre dell'autore è un medico cardiologo in pensione, anche con il fratello, medico anche lui, mantiene lo stesso tipo di rapporto: una parola è poca, due sono assaie.

Questo silenzio perdura anche quando suo fratello si ammala di cancro. Fatica non solo ad andarlo a trovare, ma a sentirlo per telefono.

Eppure sono sempre stati uniti,  suo padre sa bene il motivo per cui non riesce ad affrontare il fratello e presto lo scoprirà anche il figlio, che invece sente lo zio quotidianamente.

Una storia intima sul rapporto genitoriale, e sull'approccio con i familiari malati di cancro.

Un dolore privato che s'intreccia con il dolore collettivo dei migranti.

Lampedusa è un luogo dimenticato da tutti, lontano dalla Sicilia e dal resto d'Italia. Improvvisamente i suoi abitanti sono stati travolti dalla tragicità degli eventi.
A Lampedusa, un pescatore mi aveva detto:
 Sai che pesce è tornato? Le spigole
E sai perché le spigole sono tornate in mare? Sai di cosa si nutrono? Ecco

In una giornata con il mare azzurro e tranquillo,  è diventato a chiazze, tante chiazze scure,  tante sagome, piccole e grandi galleggiavano nel mare, vicinissime alle rive. 
Tanti corpi senza vita. 368 corpi galleggiavano inanimate in quel limpido mare azzurro e cristallino.
Il silenzio dei morti ha invaso l'isola. Ma è stato solo un attimo di giusto e dovuto smarrimento.

Poi il senso di umanità è scattato in tutti gli abitanti, in pochi attimi la frenesia di salvare vite ha preso il sopravvento, c'era chi formava catene umane per aiutare i sopravvissuti, chi raccoglieva i morti e li allineava nel molo, chi correva a prendere in casa coperte, acqua...

L'isola si è animata senza alcuna conoscenza di soccorso, ma solo dettata da quel senso di umanità che cerca di salvare vite umane. Quante più è possibile.
Il corpo è un diario in cui è possibile leggere cosa è accaduto negli ultimi giorni di vita. La rigidità di alcuni muscoli racconta una forzata privazione dell'acqua, La presenza di poca carne nella gabbia toracica testimonia la mancata alimentazione per lunghi periodi. Nelle lesioni riportate ci sono segni visibili di una violenza inaudita, patita o prima di salpare, nei carceri libici, o sul barcone stesso...

C'è anche il vecchio custode del cimitero che da degna sepoltura ai morti, e cerca un posto più intimo per le donne, piantando oleandri per dare ombra e riservatezza, perché la pietas per i morti esiste ancora e Lampedusa ne è la prova certa.

Un racconto straziante quello di Davide Enia, a parlare sono gli operatori, gli abitanti, la guardia costiera, i sanitari.. e tutti vivono come in uno stato di guerra.


Un romanzo che vi farà luce sulle verità non dette dei salvataggi, un libro che vi farà piangere e riflettere.

Questo libro contiene verità, non parla per sentito dire, sono parole vere di chi per primo ha prestato soccorso, prima dell'avvento dei giornalisti e dei riflettori che ha portato in primo piano la morte dei trecento disperati che cercavano soltanto una possibilità di vita migliore.

Un resoconto dettagliato e tristemente reale che ci mette di fronte alla morte di tante persone.

Un'emorragia che non ha fine. Che si ripete da prima che i media si accorgessero che i migranti muoiono e che continua, nell'indifferenza, ma solo di chi vive nei luoghi dove avvengono le morti.

Se soltanto si fermassero ad ascoltare le testimonianze di chi vive lì, ed affronta giorno dopo giorno la solidarietà, senza ricevere gloria, ma soltanto perché è la cosa giusta da fare.

L'autore ci mette di fronte a questa realtà senza pietismo, senza enfasi, senza polemiche, ma con un ritmo da cronaca giornalistica.


Ci narra di un dolore, difficile da dimostrare, perché è il dolore dei migranti, il nostro lo è di riflesso, ma sono loro i protagonisti e finora nessuno di loro è stato intervistato, nessuno di loro ha rielaborato il lutto. Ognuno di loro nasconde la propria tragedia nel cuore. A noi spetta il compito di ascoltare il loro dolore e comprenderlo.

Questa è la realtà che vi piaccia o no, se volete vederla o no. I migranti morivano, muoiono e moriranno ancora, finché ci saranno persone che alzano muri e chiudono confini.
Scheda libro
Autor: Davide Enia
Titolo: Appunti per un naufragio
Casa Editrice: Sellerio
Pagine: 211

Sinossi
Lampedusa, da lepas, lo scoglio eroso dalla furia degli elementi, che resiste nella vastità del mare aperto. Oppure Lampedusa da lampas, la fiaccola che risplende nel buio, che sconfigge l’oscurità. Su questa isola protesa a sud, tra Africa e Europa, Davide Enia guarda in faccia chi arriva e chi attende, e narra la storia di un naufragio individuale e collettivo.

Da un lato una moltitudine in movimento, che attraversa intere nazioni e poi il Mar Mediterraneo, in condizioni al di là di ogni immaginazione. Dall’altro, a cercare di accoglierla, un pugno di uomini e donne sul confine di un’epoca e di un continente. Nel mezzo si è posto l’autore stesso, per raccontare la scoperta di ciò che accade davvero in mare e in terra, e il fallimento delle parole che si inabissano nel tentativo di comprendere i paradossi del presente.

A partire da una forte esperienza, dal toccare con mano la disumana tragedia degli sbarchi, Enia dà voce ai volontari, agli amici d’infanzia, alle testimonianze dei ragazzi che approdano miracolosamente sull’isola. E mette a nudo le conseguenze emotive di questa realtà toccante e sconcertante, soprattutto nel rapporto con il padre, medico da poco in pensione, che accetta di recarsi con lui a Lampedusa.

Ritrovarsi assieme a testimoniare il dolore pubblico di quelli che approdano e di coloro che li salvano dalla morte, accanto a quello privato della malattia dello zio, li spinge a reinventare un rapporto, a forgiare un nuovo e inedito dialogo che si sostituisce ai silenzi del passato.

«Ho frequentato Lampedusa per anni. Ho visto sbarcarvi qualche migliaio di persone, ho incontrato il personale medico e gli uomini della Guardia Costiera, ho mangiato a casa dei residenti, sono uscito in barca con i pescatori, ho ascoltato ragazzi sopravvissuti alla traversata e ho dialogato con i testimoni diretti».


In Appunti per un naufragio emerge la vera storia di persone accomunate dall’esperienza della fragilità della vita, che come una rivelazione spinge ognuno verso un nuovo approdo, verso l’ascolto e la scoperta dell’altro.

giovedì 5 luglio 2018

Un'estate magica di Olivia Hessen


Carissimi lettori e lettrici
vi presento il nuovo libro di Olivia Hessen, un romanzo dedicato all'amore ed all'estate.

Un romanzo da leggere sotto l'ombrellone per chi ama le storie LGBT, adatto anche a chi vuole conoscere questo genere.

Dedicato a tutti coloro che non si fermano alle apparenze ed amano le storie senza confini e senza limiti.

Buona Lettura


TITOLO: Un’estate magica
AUTORE: Olivia Hessen
GENERE: LGBT, Romantico
PREZZO:  /
PREZZO EBOOK: 2,99 euro
CASA EDITRICE: StreetLib Selfpublishing

TRAMA
Cos’è l’amore?
Un’amicizia con qualcosa in più, un colpo di fulmine, qualcosa di leggero e improvviso come una brezza estiva?
Scopritelo con i racconti di Olivia Hessen che vi accompagneranno in un’emozionante estate magica!

ESTRATTO
Jess si diede del cretino per non aver insistito nel cercarlo: perché, per esempio, non era andato nel suo studio?
La sua segretaria, a quell’ora, gli avrebbe già chiarito ogni cosa.
Invece non lo aveva fatto, e lui aveva perso l’uomo della sua vita.
Sì, perché al di là della potente attrazione sessuale, lui e Phil erano proprio anime affini e condividevano persino gli stessi interessi: la buona cucina, il teatro, il vecchio cinema, lo sport, l’amore per la montagna...
Erano fatti l’uno per l’altro, tanti erano gli aspetti che li accomunavano.
Così, con in mano quel foglio stropicciato e umido per le lacrime che vi aveva pianto sopra, Jess si domandava disorientato come fosse stato possibile che si fossero perduti e rifletteva sul fatto che troppo spesso le vite delle persone sono governate dal caso e non dalla ragione.
Perché a volte bastava un evento fortuito, come un foglio di carta portato via da un colpo di vento dispettoso, a costringere l’esistenza a seguire un binario diverso da quello programmato.
Jess rilesse le ultime parole di Phil e prese la sua decisione.

DOVE POTETE TROVARLO (NEGOZI PRINCIPALI)
-Streetlib(formato epub e kindle)
-Kobostore
-Amazon
-IBS
-https://olivialascrittrice.blogspot.it/




lunedì 2 luglio 2018

Tutti i libri di Sophie Rocher

Amici ed amiche, lettori e lettrici
continua la presentazione di un gruppo di amiche virtuali che ho conosciuto sul web tramite le nostre pagine e blog su google.

Oggi tocca a Sophie Rocher, figlia degli anni 80, ha avuto la fortuna di crescere in un ambiente multietnico come la Francia e il Regno Unito e naturalmente l'Italia.
Durante le scuole superiori ha capito, attraverso le letture di classici e non, che la scrittura era il suo mondo, e doveva coltivarlo con impegno e dedizione.

In questo modo ha dato inizio alla scrittura, storie ambientate nella realtà quotidiana, storie che contengono il suo piccolo microcosmo, fatto di incontri di realtà e culture di ampio respiro europeo.

Dai suoi viaggi stilla piccoli episodi, o personaggi che si trasformano, e diventano protagonisti dei suoi romanzi, e come per magia, dal suo cilindro multietnico recupera storie di vita che riesce a trasmettere ai suoi lettori.

Oggi vi presento i suoi primi due romanzi.

 Per conoscerla meglio andate sul suo blog.

-https://sophierocherauthor.blogspot.it/

TITOLO: Uccidere il drago
AUTORE: Sophie Rocher
GENERE: Thriller, Narrativa contemporanea
PREZZO EBOOK: 3,99 euro
CASA EDITRICE: StreetLib Selfpublishing

TRAMA
Matilda Kerr è una ragazza come tante.
O forse no.
Non è la più bella della classe, non ha un ragazzo, non ha amici né grandi sogni.
Un giorno però la sua piccola realtà quotidiana viene sconvolta per sempre e il suo mondo monotono e prevedibile non sarà più lo stesso.
In bilico fra la vita e la morte, riuscirà Matilda a tornare alla vita?
E come potrà andare avanti, se tutti la credono morta?


TITOLO: La Storia e l’Amore
AUTORE: Sophie Rocher
GENERE:Storico, Romantico
PREZZO EBOOK: 2,99 euro
CASA EDITRICE: StreetLib Selfpublishing

TRAMA
A volte l’impossibile diventa realtà.
Succede quando la storia e l’amore si uniscono alla fantasia per dare voce a mondi alternativi dipingendo scenari inattesi ed emozionanti.
E così ecco apparire nelle pagine di questo libro Cesare e Cleopatra, il sommo poeta Dante Alighieri in compagnia della bella Beatrice o addirittura la giovane e sfortunata regina Maria Antonietta.
Sei racconti che svelano cosa sarebbe potuto accadere se il destino avesse mescolato le sue carte in modo diverso.


mercoledì 27 giugno 2018

Concorso Artistico Internazionale Amico Rom 2018


Carissime amiche ed amici lettori

oggi vi presento un concorso che è giunto alla sua XXV edizione. 

Si tratta del Concorso Letterario Internazionale Amico Rom.
Un concorso ideato dal Dott. Santino Spinelli, laureato in Musicologia e Lingue e Letterature straniere, Rom. 
Si avete letto bene. 

È attivo sui diritti umani e cerca di far conoscere la cultura Romanì, attraverso la musica, le poesie e questo Concorso. 

Perché è solo attraverso la conoscenza dei popoli che si distruggono le paure. 

Personalmente ho già partecipato due volete a questo concorso, ed è stato un piacere partecipare alla premiazione, dove erano presenti molto esponenti, anche stranieri, di questa bella comunità.
Vi segnalo questo concorso Artistico e etterario con orgoglio perché la difesa delle culture dei popoli è determinante, si può convivere molto bene senza paure come succede a Chieti e a Lanciano, luoghi dove è viva ed attiva una comunità Rom perfettamente a suo agio con la cittadinanza.

Ecco a voi tutte le info per la partecipazione:

http://www.concorsoamicorom.it/

Concorso Artistico Internazionale "Amico Rom"
XXV Edizione

Scadenza iscrizione: 31 Agosto 2018

Organizzato da:
Associazione Culturale Thèm Romano ONLUS
Indirizzo:
via S. M. Maggiore, 12
66034 Lanciano (CH)
E-mail:
spithrom@webzone.it
Telefono:
0872660099
Cellulare:
3406278489
Internet:
http://www.concorsoamicorom.it
Indirizzo spedizione degli elaborati:
via mail all’indirizzo ufficiale del Concorso
oppure per posta a:
Associazione Thèm Romano Onlus
via S. M. Maggiore, 12
66034 Lanciano (CH) Italia
Bando completo:
bando 25 concorso italiano.pdf
Sezione A
Poesia in lingua romanì
Tema:
sezione riservata ai Rom e Sinti tema libero
Copie:
6
Lunghezza:
max 50versi
Opere ammesse:
3
Sezione B
Poesia in lingua Italiana, Inglese, Francese, Spagnola
Tema:
Il mondo romanò
Copie:
6
Lunghezza:
max 50versi
Opere ammesse:
3
Sezione C
Racconto breve in lingua Romanì, Italiana, Inglese, Francese, Spagnola
Tema:
il mondo rom
Copie:
3
Lunghezza:
2 cartelle dattiloscritte
Opere ammesse:
Sezione E
Racconto lungo in lingua Romanì, Italiana, Inglese, Francese, Spagnola
Tema:
il mondo rom
Copie:
1
Lunghezza:
no limits
Opere ammesse:
Sezione F
Monografia inedita (anche tesi di laurea)
Tema:
il mondo rom
Copie:
1
Lunghezza:
Opere ammesse:
Sezione G
Disegno
Tema:
il mondo rom
Copie:
1
Lunghezza:
Opere ammesse:
3
Sezione H
Fotografia
Tema:
il mondo rom
Copie:
1
Lunghezza:
Opere ammesse:
5
Sezione I
Pittura/Scultura
Tema:
il mondo rom
Copie:
1
Lunghezza:
Opere ammesse:
3
Sezione L
Raccolta di poesie in lingua Romanì, Italiana, Inglese, Francese, Spagnola
Tema:
il mondo rom
Copie:
Lunghezza:
Opere ammesse:
è sufficiente una sola poesia presente nella raccolta
Sezione M
Racconto in lingua Romanì, Italiana, Inglese, Francese, Spagnola
Tema:
il mondo rom
Copie:
Lunghezza:
Opere ammesse:
Sezione N
Teatro in lingua Romanì, Italiana, Inglese, Francese, Spagnola
Tema:
il mondo rom
Copie:
Lunghezza:
Opere ammesse:
Sezione O
Monografia Edita in lingua Romanì, Italiana, Inglese, Francese, Spagnola
Tema:
il mondo rom
Copie:
Lunghezza:
Opere ammesse:
Sezione P
Musica (cd, mp3, dischi, video, partiture)
Tema:
il mondo rom
Copie:
Lunghezza:
Opere ammesse:
Sezione Q
Video /Film
Tema:
il mondo rom
Copie:
Lunghezza:
Opere ammesse:
Quote di partecipazione:
Gratis per tutte le sezioni
Premi:
Trofei, targhe e diplomi personalizzati
Premiazione:
06 Ottobre 2018
6 ottobre 2018 presso il Teatro Fedele Fenaroli di lanciano (CH)
La lettrice di cartadiMaria LuciaDesign byIole