lunedì 10 dicembre 2018

Tecniche Oratorie di Elena Ferro

Carissimi amici ed amiche lettrici di carta
oggi partecipo ad un blogtour, non sono solita farlo, ma un'amica blogger che stimo molto e da tempo seguo il suo blog: Volpi che camminano sul ghiaccio, mi ha coinvolta ed ho accettato volentieri di farlo, alla mia maniera con una recensione del libro di Elena Ferro.
Leggete attentamente e se volete, regalatevi un po' di autostima per Natale con  i consigli di Elena.
Buona lettura Maria Lucia

Tecniche Oratorie 
di
 Elena Ferro
recensione di 
Maria Lucia Ferlisi

Quanti di noi quando dobbiamo parlare in pubblico veniamo colti da crisi di panico, sudore e tremarella? Tanti! Questi sono i sintomi più eclatanti, anche l'insonnia e la perdita d'appetito e lo stato d'ansia sono altri aspetti importantissimi da non trascurare. Non è facile per nessuno, se poi apparteniamo alla categoria dei timidi la situazione si fa davvero critica. 
Sapevate che esiste una terminologia per definire la vostra ansia? Glossofobia, ansia di parlare in pubblico.


Affidatevi ai consigli di Elena e la glossofobia può sparire o almeno tenuta sotto controllo.
L'autrice di questo manuale ci aiuta a superare tutte le nostre paure e incertezze, attraverso la trasmissione di consigli tecnici e pratici per aiutarci ad affrontare il pubblico con disinvoltura e partecipare a convegni, o incontri senza aver più paura.

Impossibile? No!  La nostra paura nasce dalla mancanza di consapevolezza che con le tecniche di oratoria o comunicazione questo terribile impasse, che condiziona la vita a molti, può essere debellato con successo.

Certo, come dice  l'autrice, non servono solo le tecniche, occorre anche lavora sul blocco emozionale. Quindi un'analisi di se stessi aiuta a comprendere le emozioni che ci impediscono di parlare in pubblico, e l'accettazione delle stesse è un passo importante nel superamento del blocco emozionale.
Ciò che serve per far funzionare l'approccio emozionale siete voi stessi e soprattutto la fiducia che avete nelle vostre possibilità. Le emozioni esplicitano ciò che avete da dire molto meglio delle parole. Lasciatele lavorare, non abbiatene paura.


Riflettiamo su questo: uno degli aspetti fondamentali dell'apprendimento è il processo di identificazione con quanto è narrato, proposto, trasmesso e comunicato da chi in quel momento ha in mano la comunicazione. L'identificazione avviene tra colui o colei che sta tenendo un discorso o una relazione e chi sta ascoltando e le loro emozioni giocano un ruolo decisivo in questo contesto.


Quanto più sarete in grado di catturare l'attenzione del vostro uditorio e nel contempo offrire contenuti di qualità, tanto più sarete capaci di lasciare un'impressione positiva, che nel tempo diventerà efficacia, autorevolezza e riconoscimento sociale.

Aiuta molto pensare positivo e confidare nella propria capacità di essere in grado di affrontare il pubblico ed accettare le nostre emozioni, sono il primo passo che ci conduce alla liberazione da questa terribile ansia.

Un aspetto molto importante e che spesso viene trascurato è la positività del messaggio. Per positività del messaggio intendo proprio la costruzione e articolazione positiva del pensiero, ovvero utilizzare affermazioni al posto delle negazionii. Quando si comunica occorre fornire elementi che rafforzino la nostra tesi e non che ne contrastino un'altra.


Certo poi ci sono tutta una serie di aiuti per uscire da questo tunnel in primis I CONTENUTI, ovvero bisogna sapere bene l'argomento da trattare, la preparazione aiuta a contenere l'ansia. Elena Ferro consiglia di usare bene il linguaggio, stare attenti non solo a quello verbale, ma anche al linguaggio para verbale e non verbale; conoscere il target del pubblico può agevolare.
Dobbiamo misurare i gesti, modulare il tono della voce, avere una buona postura e per ultimo il sorriso ed il calore.
Mettetevi in piedi davanti allo specchio. Controllate la vostra postura abituale, con attenzione e senza giudicarvi.

Come sono le spalle, il viso, il collo, la schiena? Come sono le gambe e il bacino?
Poi, segnate su un taccuino cosa avete visto e provate a immaginare una risposta a questa domanda: che cosa comunica la mia postura?

Dobbiamo trasmettere autenticità!
P.S. Non dimenticate di ringraziare al termine del vostro discorso

Potrei continuare a citarvi i vari consigli e tecniche di questo prezioso manuale, ma svelerei troppo i contenuti del libro, togliendovi il piacere di leggerli e magari sottolinearli, un po' come facevamo a scuola.
Da laureata in scienze della comunicazione non posso che confermare la validità del testo, della chiarezza dell'esposizione. Leggendolo ho avuto la sensazione di essere ad un convegno ed ascoltare l'autrice, che con eleganza nei movimenti delle mani impartiva la sua lezione di oratoria.
Un testo immediato, adatto a tutti per affrontare piccoli e grandi pubblici.


Sinossi

l segreto di una buona comunicazione è la sintonia con il pubblico, la capacità di coniugare pathos e logos, contenuti ed emozioni. Ma come raggiungerlo quando si teme di essere preda dell'ansia e delle emozioni?Questo manuale, frutto della mia trentennale esperienza nella comunicazione pubblica in ambito politico e sociale, ti condurrà attraverso un percorso di conoscenza e di crescita insegnandoti le migliori e più efficaci strategie per catturare l'attenzione e lasciare un segno profondo e indelebile in chi ti ascolta.Attraverso una serie di informazioni e di suggerimenti pratici, acquisirai la naturale capacità di comunicare efficacemente valorizzando le tue emozioni e superando così le tue paure.Il metodo illustrato in "Tecniche di oratoria" è stato messo a punto in molti anni di duro lavoro, di studio e di relazione con gli altri. Questa è la ragione per cui funziona ed è anche il motivo per cui il mio manuale è in grado di aiutarti a raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato.


Scheda libro
Autore: Elena Ferro
Titolo: Tecniche di oratoria
Casa Editrice: Yucanprint
Pagine:156

Nessun commento:

Posta un commento

La lettrice di cartadiMaria LuciaDesign byIole